Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Accusato con Eros Corai di aver distratto 600 mila euro di beni

BANCAROTTA FRAUDOLENTA: ZACCARIOTTO TORNA IN AULA

Il curatore fallimentare si è costituito parte civile a processo



GAIARINE
– Dopo essere stato assolto dalle accuse di aver evaso 2 milioni di euro di Irpef e di frode fiscale (derubricata in dichiarazioni contabili infedeli), rimediando una condanna in primo grado a due anni e sei mesi soltanto per il mancato versamento Iva, l'imprenditore Mario Zaccariotto è tornato in aula per il processo più spinoso, che lo vede imputato di bancarotta fraudolenta. I giudici del Tribunale di Treviso hanno infatti aperto il procedimento penale a carico dell'ex azionista della Cucine Zaccariotto spa di Gaiarine e di Eros Corai, amministratore della Zaccariotto cucine srl. Con ruoli e responsabilità diverse, i due secondo l'impostazione sostenuta dalla Procura di Treviso avrebbero commesso una serie di irregolarità appropriandosi, attraverso la cessione di un ramo d'azienda, di beni destinati ai creditori del fallimento. Nel processo, assistito dall'avvocato Danilo Riporti, si è infatti costituito parte civile il curatore fallimentare Gianbattista Rossetti, secondo il quale sarebbero stati distratti beni per circa 600mila euro.