Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In aula un 39enne di Spresiano: ha risarcito il danno

UCCIDE UN AGNELLO CON UNA RONCOLA: MESSO ALLA PROVA

Era accusato di uccisione e maltrattamento di animali



MASERADA
- Stanco di vedere il campo di sua proprietà distrutto dal passaggio di un gregge di pecore e agnelli, aveva deciso di farsi giustizia da solo: armato di roncola, si è scagliato contro le bestiole uccidendo un agnello e provocando gravi ferite a quattro pecore e ad altri due agnelli, tanto da dover costringere il pastore a doverne sopprimere quattro per evitare loro ulteriori sofferenze. In sintesi è la vicenda che ha fatto finire a processo un 39enne di Spresiano, chiamato a rispondere del doppio reato di uccisione e maltrattamento di animali. Difeso dall'avvocato Paolo Nieri, l'uomo ha risarcito il danno e, dopo aver presentato un'istanza in cui chiedeva di poter svolgere lavori socialmente utili in una cooperativa, ha ottenuto la messa alla prova. Tornerà in aula tra un anno per chiudere definitivamente il procedimento penale. I fatti contestati risalivano al 7 febbraio 2015 e si erano consumati in un appezzamento di terreno a Maserada sul Piave. L'imputato aveva già visto pascolare nel suo terreno quel gregge di pecore e si sarebbe lamentato con il pastore. La questione sembrava finita lì ma, quando ha visto tornare il gregge a calpestare quel terreno, avrebbe deciso di passare alle maniere forti. Presa una roncola, il 39enne si sarebbe scagliato contro un agnello colpendolo con forza. Un'aggressione che non aveva lasciato scampo all'animale. Con la stessa arma avrebbe poi colpito altri due agnelli e quattro pecore. Quattro delle sei vittime avrebbero riportato ferite talmente gravi da dover costringere il pastore a sopprimerle. Immediata era scattata anche la denuncia alle autorità.