Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In arrivo nei prossimi giorni 80 profughi, infuriano le polemiche

BLITZ DI CASA POUND A CISON, "UNA BANLIEUE"

Scritta compare all'ingresso della struttura di Soller


CISON DI VALMARINO - "Welcome to banlieue": questa è la scritta che campeggia da questa notte all'ingresso del viale che conduce "al Borgo", storica struttura di Soller adibita per anni al settore della ristorazione e accoglienza turistica, e che ora potrebbe trasformarsi in un centro accoglienza profughi. L'azione, compiuta durante la nottata da militanti di CasaPound Veneto tramite l'affissione di uno striscione, vuole essere -si legge in un comunicato- "una provocazione rispetto alla decisione irragionevole, presa dalla Prefettura, di inserire 80 profughi in un contesto residenziale isolato. Impossibile non pensare che questo inserimento non stravolga e peggiori l'assetto sociale locale, tanto da far immaginare la creazione, appunto, di una piccola banlieue ai margini del comune di Cison. "Continuiamo ad essere contrari - dichiara Andrea De Bortoli, responsabile provinciale CasaPound Italia - a questo tipo di approccio al fenomeno migratorio, che da una parte non tutela la stabilità e la sicurezza dei cittadini italiani sempre più vessati da anni di crisi, e dall'altro non costituisce una valida soluzione al dramma di chi fugge dalla propria terra illuso dalle lusinghe di coloro che in malafede, ma in realtà strofinandosi le mani per lo sfruttamento del business dell'accoglienza, gridano welcome”