Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Villorba, blitz nella notte in via Rosselli, furgone usato come ariete

COLPO GROSSO DA "ABC", MAGAZZINO SVALIGIATO

Bottino ingente, spariti centinaia di pc, tablet e cellulari


VILLORBA - Con un furgone, utilizzato come ariete, hanno sfondato il portone d'ingresso al magazzino: una volta all'interno i ladri hanno messo le mani su centinaia tra telefonici e pc Apple. Ammonterebbe a diverse decine di migliaia di euro il furto messo a segno questa notte presso il magazzino della "Abc informatica" di via Rosselli a Villorba. I malviventi, eluso il sistema d'allarme, si sono dileguati in pochi minuti facendo perdere le proprie tracce prima dell'arrivo dei carabinieri. Le indagini su questo furto sono ora affidate agli investigatori dell'Arma che visioneranno le telecamere di videosorveglianza del magazzino e della zona a caccia di indizi utili per dare un volto ai ladri. Con ogni probabilità, si sospetta, si tratterebbe di un furto su commissione, di certo messo a segno da ladri esperti che avevano studiato a dovere il colpo. Per l'azienda trevigiana si tratta di un colpo durissimo: il proprietario, da noi interpellato, ha preferito non commentare l'accaduto.