Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Spresiano, l'incidente alle 22 sulla Pontebbana a Visnadello

TRAGEDIA DELLA STRADA, MUORE IMPRENDITORE

Enrico Bettiol, 60enne di Arcade, è stato travolto e ucciso


SPRESIANO - E' stato travolto e ucciso da un'auto mentre stava attraversando la Pontebbana a piedi, in un tratto poco illuminato, a Visnadello di Spresiano: qualche istante prima era uscito dall'azienda di termoidraulica che lui stesso aveva creato, quando aveva appena 26 anni e che oggi conta circa 70 dipendenti. A perdere la vita, Enrico Bettiol, ingegnere di 60 anni, imprenditore molto conosciuto che viveva con la famiglia ad Arcade, in via Roma. A travolgerlo, verso le 21.45, è stata una Ford Fiesta guidata da un 20enne trevigiano, disoccupato, che da Spresiano stava procedendo verso Villorba: inutile ogni tentativo di frenata, l'impatto è stato violentissimo ed il corpo del 60enne è stato trascinato via per almeno una trentina di metri. Quando i paramedici del Suem118 sono giunti sul posto per lui non c'era ormai più nulla da fare: era morto sul colpo. Il traffico lungo la Pontebbana, nel tratto in cui si è consumata la tragedia, è rimasto paralizzato per circa due ore per consentire alla polizia stradale di svolgere i rilievi di legge del caso. La scomparsa tragica ed improvvisa dell’ing. Enrico Bettiol, 60 anni, titolare dell’azienda Bettiol impianti di Villorba, ha schoccato tutto il mondo associativo ed imprenditoriale trevigiano. Noto per le grandi doti professionali e per la lungimiranza imprenditoriale, Bettiol era presidente della sezione trevigiana dell’Ucid (Unione cristiana dirigenti imprenditori cattolici), impegno che portava avanti da decenni con grande disponibilità, partecipando attivamente ed in maniera costruttiva alla scuola di socio politica “Partecipare il Presente”. Enrico Bettiol lascia lamoglie Emanuela Putoto, che lo affiancava nel lavoro in azienda occupandosi delle risorse umane, e quattro figli: Tommaso, Giacomo, Maddalena e Benedetta, di 30, 28, 25 e 18 anni. Lascia anche la sorella Simonetta Bettiol, docente di matematica e molto attiva nei progetti scolastici, vari nipoti (le due figlie della sorella ed i figli dei cognati ) e l’anziana madre Elide, notissima maestra elementare che ad Arcade ha educate varie generazioni di cittadini. Amava molto il suo paese di origine, Arcade, era socio anche nel Lions Club di Treviso e attivo anche in molti progetti di volontariato, ai quali contribuiva personalmente ed economicamente con grande generosità, coerenza e convinzione. Tra questi, vanno ricordati anche alcuni importanti progetti in paesi economicamente svantaggiati legati al lavoro di Giovanni Putoto, fratello della moglie Emanuela, attivissimo medico dell’Associazione Cuamm.
“Siamo profondamente colpiti dalla tragica scomparsa dell’Ingegner Enrico Bettiol -racconta Maria Cristina Piovesana, presidente Unindustria Treviso - importante figura di imprenditore del nostro territorio e persona di grande umanità e dai profondi valori cristiani, attivo nell’associazionismo imprenditoriale nell’Ucid ed esempio di impegno sociale e valoriale. Nel rimpianto per la sua prematura perdita, siamo vicini alla famiglia, con le condoglianze più sentite, e a tutta l’azienda”.