Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Decisive le telecamere di sorveglianza di Pieve di Soligo

LADRI IN FUGA TENTANO DI INVESTIRE UN POLIZIOTTO

In cella tre albanesi, ieri colpi a Oderzo, Colfrancui e Tezze


CONEGLIANO - Sgominata dagli investigatori del Commissariato di Conegliano una banda di ladri che da tempo imperversava in tutta la sinistra Piave, con una lunga serie di furti messi a segno su tutto il territorio, a "macchia di leopardo". A finire in cella tre cittadini albanesi per furto, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale: Elson Gjini, 35 anni, Gerald Dukagijini, 22 anni e Seklod Muca, 24 anni. La polizia era sulle tracce del terzetto di malviventi fin dal 12 gennaio scorso quando l'auto usata dalla banda, una monovolume, venne immortalata dalle telecamere di videosorveglianza del Comune di Pieve di Soligo dopo un furto messo a segno all'interno di un'abitazione. Gli investigatori, impegnati ieri nel pedinamento della vettura, hanno seguito i ladri durante l'ennesima "spedizione". I "Topi d'appartamento" hanno razziato, in serie, tre abitazioni a Oderzo, Colfrancui e Tezze di Vazzola. Mentre i ladri stavano facendo ritorno presso i loro domicili a Conegliano è scattato il blitz della polizia, a Pare'. La cattura dei balcanici ha rischiato di finire in tragedia: il malvivente che si trovava alla guida non si è immediatamente fermato all'alt della polizia ed ha cercato di investire uno degli agenti che fortunatamente si è scansato in tempo. Recuperata a bordo della vettura buona parte della refurtiva frutto dei furti messi a segno poco prima: preziosi, tra cui vari gioielli e orologi, anche dei Rolex di ingente valore, guanti e vari attrezzi da scasso erano stati occultati nel vano dell'autoradio. Secondo quanto accertato dalla polizia il terzetto si trovava nella Marca già dalla fine del 2015: pur avendo il passaporto valido, il loro visto turistico, della durata di tre mesi, era già ampiamente scaduto. Dei "turisti del crimine", li ha definiti il dirigente del Commissariato di Conegliano, Claudio di Paola.

Galleria fotograficaGalleria fotografica