Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12░ Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Quinto, la 20enne nigeriana era scappata da un Cie

LA PAZIENTE DI DOTTOR PRINCE ╚ UNA MIGRANTE

Era giunta cinque mesi fa con un barcone, voleva abortire


QUINTO - E' una profuga la giovane 20enne nigeriana, sorpresa sabato scorso dagli agenti della squadra mobile di Treviso nell'appartamento di “dottor Prince”, a Quinto, mentre si accingeva ad abortire. La giovane migrante era giunta in Italia solo cinque mesi fa a bordo di un barcone proveniente dalla Libia con cui aveva raggiunto le coste siciliane: dopo l'accompagnamento al centro per l'identificazione e l'espulsione la 20enne era riuscita a fuggire e a raggiungere alcuni famigliari in Emilia Romagna. Questo quanto sono riusciti a ricostruire gli investigatori della squadra mobile di Treviso che stanno svolgendo accertamenti sul conto del sedicente medico abortista nigeriano, un 39enne che lavora come magazziniere a Mestre e da dieci anni vive nella Marca. L'uomo, soprannominato “dottor Prince” nella comunità nigeriana, risulta indagato per abuso della professione medica e violazione dell'articolo 19 della legge 194 che regola appunto la pratica dell'aborto. A finire nei guai ora sarebbe anche la nigeriana di 20 anni che voleva mettere fine alla gravidanza: la giovane sarà probabilmente denunciata sempre per la legge 194 con l'accusa di non essersi rivolta ad una struttura pubblica per abortire. La straniera continua a non collaborare con gli investigatori e si è chiusa nel silenzio. Si tratta del medesimo comportamento di “dottor Prince” che secondo gli investigatori avrebbe compiuto illegalmente decine di operazioni simili.