Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Silea, cani narcotizzati, bottino di 40mila €, ad agire tre banditi

RAZZIATA DAI LADRI LA VILLA DI SERGIO PASQUALINI

Notte di terrore per il patron della "Gifiex" di Roncade


SILEA - Sono entrati nella villa nel cuore della notte, depredando gioielli e preziosi per un bottino di oltre 40mila euro, ma soprattutto seminando il panico tra i residenti che sono stati sorpresi nel sonno e non hanno potuto far altro che subire l'assalto di un commando senza scrupoli. A vivere questa terribile esperienza che difficilmente riuscirà a dimenticare è stato, mercoledì verso le 4.30 del mattino, Sergio Pasqualini, imprenditore trevigiano titolare della “Gifiex” di Roncade che vive con la famiglia a Silea, in via Tiepolo. Ad agire una banda composta da tre persone, certamente ladri professionisti che da tempo avevano messo nel mirino l'abitazione dell'ex presidente della ex Basket Treviso (pallacanestro femminile). I malviventi hanno prima di tutto messo ko i due cani presenti all'esterno della villa, un labrador ed un meticcio: sarebbero stati narcotizzati forse con dei bocconi avvelenati. Superato questo ostacolo i ladri, travisati con passamontagna e vestiti con abiti scuri, hanno raggiunto il retro dell'abitazione e qui hanno smontato un balcone, segandone le sbarre di protezione; poi, con un trapano, hanno forato la maniglia della finestra del bagno. Una volta all'interno della villa i “topi d'appartamento” hanno praticamente passato al setaccio e messo sottosopra ogni stanza: prima la taverna, poi lo studio di Pasqualini, quindi la cantina fino ad arrivare la piano superiore dove l'imprenditore stava dormendo nella sua stanza, con la moglie. I ladri sono prima entrati in una cameretta che era però vuota e poi nell'anticamera dove, nascosto all'interno di un mobile, hanno preso buona parte dei preziosi che li la famiglia costudiva. Silenziosi, con passi circospetti, i malviventi hanno utilizzato, per compiere la razzia, una torcia elettrica: una luce non molto intensa che ha risvegliato la moglie di Sergio Pasqualini che supponeva potesse trattarsi della figlia che stava facendo rientro a casa. La donna si è quasi subito resa conto di quanto stava accadendo. “Sergio c'è un ladro”: ha urlato al marito, destandolo dal sonno. Il ladro però non era solo: altri due complici, in altre stanze, si sono dileguati a loro volta. L'imprenditore ha inutilmente cercato di inseguire i malviventi che hanno superato di slancio la muretta di cinta della villa e sono saliti a bordo di una Mercedes bianca. Sul posto sono poi giunti i carabinieri che ora indagano su questo assalto e hanno svolto sul posto i rilievi scientifici. Saranno probabilmente acquisite nelle prossime ore le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona a caccia di indizi utili.