Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il programma della giornata di sabato 23 a Castelbrando

TORNA IL MEETING ITALIA-AUSTRALIA A CISON

L'emigrazione: oggi non per necessità ma per volontà


CISON - Come intraprendere un percorso di scambio culturale e formativo in Australia? L’occasione ci sarà sabato 23 gennaio a Castelbrando di Cison di Valmarino, in provincia di Treviso, in occasione della 10 edizione dell’Australia Day organizzato dall’associazione Italia-Australia. In questa data, alle ore 17, presso il teatro Magno di Castelbrando, l’associazione presieduta dal trevigiano Fulvio Brunetta, organizzerà la conferenza sul tema dell'emigrazione dal titolo, “Not for need, but for will (Non per necessità, ma per volontà), in collaborazione con l’Ambasciata australiana. Conferenza che vedrà vari interventi informativi, ma anche testimonianze e storie di docenti, studenti e professionisti.

“Il fine dell’associazione Italia-Australia è quello di sostenere i momenti di scambio e incontro tra questi due Paesi e lo faremo anche in questa occasione dove per la prima volta l’ospite sarà del Western Australia – spiega il presidente Fulvio Brunetta - L’incontro avrà un profilo informale e soprattutto sarà uno scambio di informazioni reali su come si vive in Australia e come vengono visti gli italiani, sull’emigrazione del passato e quella contemporanea. Da qui il titolo di quest’anno “Non per necessità, ma per volontà” ovvero il focus passa dall’emigrazione per necessità di un tempo, con tutto il suo carico di tristezza, ma anche di speranza, alla visione attuale di un’emigrazione per scelta di crescita e formazione”.

“Purtroppo lo stereotipo australiano, nella mente dei giovani italiani, si infrange contro un muro di insuccessi e difficoltà che incontrano quando arrivano in Australia – agiunge il vicepresidnete Valentina Poles - Da sempre è nostra intenzione informare le persone e le imprese che intendono muoversi verso quel Paese in modo che vi sia un corretto approccio a regole e stile di vita diversi dal conosciuto e questo vale anche per gli imprenditori che intendono approcciare a quel mercato”.

Ospiti speciali della serata, che si concluderà con una cena di gala su prenotazione, il vice ambasciatore Jo Tarnawsky (Charge’ d’affaires Ambasciata di Roma) e Paul Garwood (addetto alle relazioni esterne). Per il consolato di Milano ci sarà Anna Fedeles, console e dirigente generale affari commerciali.

La conferenza, dopo i saluti degli organizzatori e gli interventi degli ospiti dell’ambasciata e del consolato, avrà, invece, i seguenti relatori: per l’Università Iuav di Venezia, Francesco Trovò, per la Monash University –Europe di Prato, unica sede in europa, la vicedirettrice Narelle Mcauliffe, Rosalie Triolo, docente alla facoltà di pedagogia e coordinatrice del programma di tirocinio, Rosa Sfameni, studentessa tirocinante.
Un intervento, invece, verterà sulla Wep (world education program), dal titolo “La scuola superiore in Australia, una scelta vincente”. A tal fine ci saranno delle testimonianze di studenti e famiglie di studenti all’estero e/o famiglie con studenti esteri. Poi toccherà a Rossella Pin, dell’International Coach Academy. L’avv. Marco Casagrande parlerà di normative attuali e visti di soggiorno in Australia, mentre per la Camera di commercio italiana di Perth western Australia interverrà il presidente, Massimo Perotti. Infine il saluto del console onorario d’Australia, Massimo Colomban.

Non mancherà un intrattenimento con la suggestione dell’australian outback sound a cura di Florio Pozza e la Twin time alchemy con Sophia Selene Checchi.
La serata avrà ospite anche il tenore Francesco Grollo che interpreterà alcune arie e l'Inno d’Italia.