Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Pieve di Soligo, Peugeot finisce contro uno spartitraffico

FOLLE FUGA DAI CARABINIERI, IN CELLA BANDA DI LADRI

Raffica di furti, in manette dopo un inseguimento a 100km/h


PIEVE DI SOLIGO - Dopo aver messo a segno due furti in abitazione, prima a Riese Pio X e poi a Caerano, sono stati protagonisti di un rocambolesco inseguimento con i carabinieri, impegnati a braccarli con sei pattuglie: una fuga durata almeno tre quarti d'ora e conclusasi a Pieve di Soligo, dove sono stati catturati, quella tentata sabato scorso da una banda composta da tre cittadini albanesi. A finire in cella Aleks Lika, 25 anni, Ireland Kasmi, 22 anni e Afrim Lama, di 24 anni: devono rispondere di furto, tentato furto, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale. L'inseguimento è partito a Covolo di Pederobba, a pochi passi dal ponte di Vidor quando una pattuglia dei militari ha incrociato una Peugeot 207 rubata alcuni giorni prima a Riese Pio X: si trattava dell'auto della banda.


I malviventi sono fuggiti viaggiando ad una velocità di 100 km/h attraversando i territori di Vidor, Sernaglia della Battaglia, Ponte della Priula e quindi Pieve di Soligo. E' qui, nei pressi di una rotatoria lungo via Montello, che la Peugeot, cercando di imboccare una laterale, è sbandata finendo contro uno spartitraffico e quinti contro uno dei mezzi dei carabinieri: due dei ladri, leggermente feriti, sono stati subito manettati mentre un terzo complice ha cercato di scappare a piedi ma è stato quasi subito bloccato da uno dei militari. Durante il tragitto i ladri avevano gettato dalla vettura in corsa parte della refurtiva e in particolare alcuni oggetti ed elettrodomestici, tra cui un televisore. L'obiettivo, fallito, era quello di rallentare le “gazzelle” dei carabinieri. Sequestrati ai ladri vari attrezzi da scasso, tra cui una mazza ed un piede di porco, e la refurtiva ottenuta grazie ai furti. Fondamentale per la cattura della banda è stata la collaborazione tra i carabinieri delle Compagnie di Castelfranco e Montebelluna. Diffuse su disposizione della Procura di Treviso le foto dei tre malviventi: l'intento è quello di avere eventuali indicazioni da parte dei cittadini che potrebbero riconoscere gli stranieri, sospettati di aver commesso decine di furti in tutta la Marca.