Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, "Amore vuoi salire?": psicosi tra i genitori su Facebook

L'EQUIVOCO: NESSUN PEDOFILO ALLE "STEFANINI"

Era lo zio di uno studente che stava uscendo da scuola


TREVISO - I genitori degli studenti dell'istituto “Stefanini” di Treviso possono tirare un sospiro di sollievo: è stata infatti smentita la presenza di un presunto pedofilo che avrebbe cercato, venerdì scorso, di far salire a bordo della sua auto un giovanissimo frequentatore della scuola. Si è trattato, hanno accertato i carabinieri, di un malinteso che nel giro di poche ore, attraverso il tam tam su Facebook, aveva creato fortissima apprensione.
Uno dei ragazzini aveva infatti raccontato ai genitori di aver visto che un altro compagno di scuola era stato avvicinato, all'uscita della scuola, da un uomo di circa 50 anni, semi-calvo che si era offerto di accompagnarlo a casa sul suo suv Mercedes grigio metallizzato.
Lo studente aveva rifiutato la proposta e l'uomo si era subito allontanato. E' stato lo stesso automobilista, presentandosi spontaneamente ai carabinieri, a chiarire la verità. Il ragazzino in questione altri non era che suo nipote: transitando nei pressi della scuola e vedendolo in attesa di un passaggio si era fermato chiedendo se voleva essere portato a casa da lui. “Amore vuoi salire?”: aveva detto il 50enne. Il nipotino ha risposto che non era necessario e che di li a poco sarebbero arrivati i genitori. Il dialogo tra i due, udito da alcuni altri ragazzini, è stato quindi chiaramente travisato ed ha portato al tam tam tra i genitori su Facebook e la conseguente psicosi da pedofilo.