Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Castelfranco, cameriere tenta la fuga per evitare il controllo

LAVORATORI IN NERO, STANGATA PER IL "MELODI"

Blitz sabato sera della direzione territoriale del lavoro


CASTELFRANCO - Dieci lavoratori su 15 in nero, tra cui due “buttafuori”, un albanese ed un kossovaro, cinque baristi e tre camerieri, uno dei quali è fuggito per non finire nelle maglie dei controlli degli ispettori della direzione territoriale del lavoro e della divisione amministrativa della polizia ma è poi tornato sui suoi passi. Questo l'esito di un controllo avvenuto sabato scorso alla discoteca “Melodi” di Castelfranco, in via Staizza. Il titolare dell'attività, un 27enne della zona, sarà costretto a versare una multa di circa 15mila euro e ad assumere a tempo indeterminato, per una durata minima di tre mesi, i dieci dipendenti irregolari, a cui dovranno essere versati inoltre i contributi. Nel caso il datore di lavoro non ottemperi a questa direttiva la multa raddoppierà, salento a 30mila euro. La polizia ha invece sanzionato la discoteca, al cui interno erano presenti sabato sera circa 700 persone (su una capienza di 1500), per un totale di 20mila euro; le multe sono dovute a mancanze nella cartellonistica anti-fumo, per l'assenza dell'alcooltest e per la presenza dei due addetti alla sicurezza che erano irregolari, senza tesserino di riconoscimento e non iscritti all'albo della Prefettura. Il “Melodi” era finito nel mirino della direzione territoriale del lavoro fin dallo scorso mese di dicembre: per ogni lavoratore irregolare sono stati infatti accertati almeno 13 giornate lavorative “in nero”. Il datore di lavoro, hanno accertato gli ispettori, aveva assunto in passato i dipendenti con contratti a tempo determinato per avere sgravi contributivi; al termine del contratto i dipendenti venivano retributi con dei voucher. L'ultima volta accadde, ha spiegato Sabrina Gaeta della direzione territoriale di Treviso, lo scorso 16 gennaio. Ai nostri microfoni le parole del dirigente della sezione anticrimine della Questura di Treviso, Luca Migliorini.

Galleria fotograficaGalleria fotografica