Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Premiata anche Anna Mancini, la consegna sabato a S. Caterina

IL TOTILA D'ORO AL GIUDICE DI PIAZZA FONTANA E ALLA FONDATRICE DELL'ADVAR

Per la prima volta l'onorificenza alla memoria per Giancarlo Stiz


TREVISO - Per la prima volta, nella sua storia, il Totila d'oro sarà assegnato alla memoria: al giudice Giancarlo Stiz. E oltre al magistrato, che condusse l'inchiesta sulla strage di piazza Fontana, l'edizione 2016 della massima riconoscenza civica della città di Treviso verrà conferita anche ad Anna Mancini Rizzotti, fondatrice dell'Advar. Il riconoscimento è intitolatato a Baduila, re e condottiero degli Ostrogoti nel VI secolo, nato secondo la tradizione proprio a Treviso e soprannominato “Totila”, l'Immortale nella lingua del suo popolo.
Il premio omaggi i trevigiani che si siano distinti “con opere concrete nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, dell’industria, del lavoro, della scuola, dello sport, con iniziative di carattere sociale, assistenziale e filantropico, con particolare collaborazione alle attività della Pubblica Amministrazione” e che con atti di coraggio e di impegno personale “abbiano in qualsiasi modo giovato a Treviso, rendendone più alto il prestigio attraverso la loro personale virtù, sia servendone con disinteressata dedizione le singole istituzioni”.
La cerimonia ufficiale di consegna avverrà sabato prossimo, alle 11, all'auditorium di Santa Caterina. Le candidature sono state avanzate, per Stiz, dal presidente del Consiglio comunale, Franco Rosi, e per Anna Mancini, dai consiglieri Giovanni Gaio e Gianmario Bozzo, ricevendono l'unanime approvazione. “Due eroi civili, di cui la nostra comunità deve essere orgogliosa” ha definito i due destinatari del premio, il sindaco Giovanni Manildo.

Giancarlo Stiz, nato a Conegliano nel 1928 e morto lo scorso ottobre a Treviso, è stato un magistrato ed ha trascorso tutta la sua carriera nella Marca. Nel 1971, giudice istruttore al Tribunale di Treviso, ricevette dalla Procura un fascicolo con le dichiarazioni di un giovane insegnante, Guido Lorenzon, relative ad un suo vecchio amico Giovanni Ventura. Il procuratore chiedeva l'archiviazione, ma Stiz decise di proseguire nelle indagini, avviando il processo che avrebbe svelato le trame nere dietro la strage di piazza Fontana.

Anna Mancini, dopo la morte per tumore del marito Alberto Rizzotto, nel 1988 ha fondato l'Advar, associazione specializzata nell'assistenza ai malati oncologici terminali e ai loro familiari. Partita in un garage con un piccolo gruppo di amici, oggi l'Advar è una realtà di eccellenza, modello studiato in tutta Italia e dal 2004 gestisce anche una struttura residenziale socio-sanitaria, l'hospice Casa dei Gelsi.