Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il punto sulle candidature italiane per Olimpiadi e Mondiali

MALAGĎ: "CON TVB E IMOCO, TREVISO MODELLO DI TIFO"

Il presidente del Coni docente al master Sbs in Ghirada


TREVISO - Insegnante d'eccezione per il master Sbs, il corso di alta specializzazione in Strategie di business per lo sport, promosso da Verdesport, in collaborazione con l'università di Ca' Foscari. In cattedra è salito il presidente del Coni, Giovanni Malagò. Per il numero uno dello sport italiano, peraltro, non era la prima volta in Ghirada: Malagò, intrattenendosi con i giornalisti, prima di incontrare gli studenti, ha ribadito il proprio legame con la città e la propria stima per quanto creato, anche in ambito sportivo, dalla famiglia Benetton.
Malagò ha anche elogiato il lavoro effettuato dalle due società trevigiane da De Longhi Treviso Basket ed Imoco Conegliano, nel riaccendere la passione dei tifosi, facendo registrare record di pubblico al Palaverde. "Un risultato ancora più economiabile - ha spiegato  - considerando che Treviso non è certo una metropoli". Il leader del Coni, però, ha anche avvertito come il modello non sia esportabile tout court in altre realtà: "Non è un format che può essere esportato ovunque, perchè non è disgiunto dalle persone: conta l'auto, ma anche il pilota".
Malagò è arrivato nella Marca da Cortina, dove è stato celebrato il 60° anniversario delle Olimpiadi Invernali del 1956: la perla delle Dolomiti ha buone chance per ospitare i Mondiali di sci 2021. "Cortina è bellissima, ma, proprio, per questo ha dimenticato di aggiornarsi nell'impiantistica sportiva. Credo che ora l'abbia capito e questa candidatura possa essere di stimolo". Altra candidatura italiana, quella di Roma ai Giochi estivi del 2024: Malagò ha ribadito come si debba lavorare "pancia a terra", ma come il progetto debba essere low cost e perfettamente in linea con gli obiettivi della cosiddetta "agenda 2020" sul rispetto ambientale e il contenimento dei consumi energetici.
Quanto al recente inchiesta sull'evasione fiscale e false fatturazioni di svariati club di serie A e B, il presidente del Coni ha invitato tutti "a non trarre giudizi prima di avere una chiara conoscenza dei fatti".
I docenti vip, al master Sbs, non si fermano qui: domani è in programma la lezione di Luigi Di Biagio, allenatore della Under 21 di calcio, nell'ambito di un open day, con anche l'intervento di Giorgio Bottaro, responsabile organizzativo delle nazionali di calcio.