Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si è spento a 76 anni una delle glorie della pallacanestro trevigiana

ADDIO GIANNI AUGUSTO GIOMO, UN GRANDE DELLA PALLACANESTRO

Aveva giocato a Milano e Bologna, oltre che in nazionale


TREVISO - Il mondo della pallacanestro trevigiana ed italiana piange la scomparsa di Gianni Augusto Giomo, avvenuta questa mattina all'ospedale Ca Foncello dov'era ricoverato dal 14 dicembre. Era fratello di Attilio, politico, scomparso nell'agosto 2013 e Giorgio, altro grande ex giocatore. Gianni Augusto Giomo era nato a Treviso il 3 febbraio 1940. Dopo aver mosso i primi passi cestistici nella sua città giocando da playmaker, a 19 anni fu adocchiato dal Simmenthal Milano, dove restò una stagione, sufficiente però per vincere uno scudetto e regalargli l’esordio in nazionale nel ’59 in Italia-Spagna e, soprattutto, le Olimpiadi di Roma (high di 8 punti in Italia-Polonia 74-68). La sua esperienza alla Virtus Bologna iniziò nel ‘62 e terminò nel ‘68 (in mezzo anche una laurea in chimica, più tardi una in fisica, ed un tricolore giovanile da coach), quella in azzurro si sarebbe conclusa nel 1970: 50 presenze e 126 punti. Lo stesso anno iniziò la carriera di allenatore, dapprima alla Fluobrene Mestre fino al ‘75, dove scoprì e crebbe Renato Villalta portandolo con la Duco in A nel ‘73, quindi per due anni a Torino, con una finale di Korac ed in A2. Nel 1980-83 fu allenatore a Montebelluna in B, sfiorando la promozione in A2 nell’81, e nel triennio 89-92. Era fratello di Attilio, scomparso il 30 agosto 2013, e di Giorgio, 66 anni, anche lui grande ex giocatore e presidente della Benetton Basket. I funerali con rito civile si svolgeranno sabato: la salma partirà alle 10. 15 dall'obitorio e sarà cremata a Santa Bona.