Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Era ospite della fidanzata badante, a casa di due anziani

RAPINATORE LATITANTE, SI NASCONDEVA A MASER

Deve scontare l'ergastolo, in manette un moldavo di 32 anni


MASER - Da oltre dieci anni era in fuga per evitare di finire in carcere e scontare un ergastolo, una dura condanna dovuta ad una lunga serie di rapine, ben dodici tra il 2003 ed il 2004, messe a segno in Bielorussia. La fuga del latitante, un moldavo di 32 anni, Sergiu Dilan, si è conclusa nella Marca dove i carabinieri della stazione di Cornuda l'hanno finalmente catturato: attualmente si trova rinchiuso nel carcere di Santa Bona in attesa di essere estradato nell'ex paese sovietico. A tradire lo straniero è stato l'amore per una donna, una connazionale 30enne che lavora come badante a Maser, presso l'abitazione di due coniugi, entrambi 90enni. L'uomo, giunto dal Portogallo lunedì scorso, era giunto in Italia ed aveva chiesto ospitalità alla fidanzata proprio nella casa dei due anziani.

Grazie ad una segnalazione dell'Interpol i militari hanno rintracciato e poi arrestato il 32enne che ha cercato di evitare le manette nascondendosi sotto il letto dei padroni di casa. Il rapinatore seriale, molto pericoloso, utilizzava una particolare tecnica per mettere a segno i suoi colpi: legava le sue vittime, spesso anziani, e li soffocava incapucciandoli con sacchetti di plastica.

Ai nostri microfoni questo il commento del comandante dei carabinieri di Montebelluna, Sabatino Piscitello.