Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato dal tribunale di Treviso un romano di 40 anni

MOLESTATA IN TRENO: DUE MESI PER ATTI OSCENI

Vittima una studentessa di 25 anni che era di ritorno da Roma



TREVISO
- Tentata violenza sessuale, ingiurie e atti osceni in luogo pubblico. Erano queste le accuse che rischiavano di costare una condanna a due anni, due mesi e quindici giorni di reclusione a un 40enne romano reo, secondo l'accusa, di aver molestato  una studentessa di 25 anni a bordo di un intercity che viaggiava da Roma a Trieste. L'uomo, difeso dall'avvocato Arnold Zago, a differenza di quanto chiesto dal pm è stato assolto dalle prime due ipotesi accusatorie e condannato a due mesi di reclusione per la terza, ottenendo la sospensione condizionale della pena. I fatti contestati risalgono al 2013 quando i due si trovavano in una carrozza del convoglio che collega la capitale a Trieste. Secondo la Procura l'uomo avrebbe tentato di abbordare la giovane studentessa e, di fronte al suo rifiuto, l'avrebbe riempita di insulti per la maniera con cui aveva respinto quelle avances. Nella tratta tra Treviso e Conegliano il 40enne sarebbe tornato alla carica: mentre la giovane si era assopita, l'uomo sarebbe tornato a sedersi vicino a lei e avrebbe iniziato a masturbarsi. La studentessa, aprendo gli occhi, avrebbe assistito a quella scena e gli avrebbe urlato contro il suo disgusto, costringendolo ad alzarsi e ad allontanarsi da lei. Passato lo choc, la 25enne avrebbe continuato a sonnecchiare e sarebbe stato a quel punto che l'uomo avrebbe tentato di accarezzarla nelle parti intime. Una volta scesa a Conegliano, la giovane ha raccontato tutto facendo scattare le indagini della polizia ferroviaria.