Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, il curatore Marco Goldin esulta: "Un test di successo"

IMPRESSIONISTI-MANIA: GIÀ 1000 BIGLIETTI ACQUISTATI

Esauriti in pochi minuti, la prevendita apre il 18 aprile


TREVISO - Se il buongiorno si vede dal mattino, la mostra la "Storia dell'impressionismo" che sarà inaugurata ad ottobre a Treviso, presso il museo di Santa Caterina, sarà un evento per lo meno pari a quello, di enorme successo, creatosi intorno alla "Ragazza con l'orechino di perla" che ancora si ricorda a Bologna e non solo. Stamattina, 1 febbraio, Linea d'ombra ha voluto mettere in vendita un blocco di mille biglietti "aperti" della futura mostra trevigiana. L'occasione era certamente appetibile: i biglietti aperti consentono infatti al possessore di scegliere la data e l'ora in cui vorrà visitare la mostra. E potrà farlo saltando ogni possibile coda. I mille biglietti sono stati venduti in pochi minuti, anche se poi la parte contabile ha richiesto quasi un'ora. "Un test di successo", riconosce Marco Goldin. Che, non a caso, suggerisce un paragone con la già citata mostra sulla "Ragazza con l'orecchino" del 2014, a Bologna. "In quell'occasione, ricorda Goldin, avevamo ottenuto un risultato altrettanto istantaneo. Anche per la "Ragazza" i mille biglietti erano andati esauriti subito. Con la differenza però che allora la prevendita avveniva a 4 mesi dall'apertura della mostra, mentre per la "Storia dell'impressionismo" e le altre tre mostre trevigiane collegate, il risultato è stato ottenuto ad una distanza di ben nove mesi dall'avvio dell'evento".
A rafforzare l'ottimismo sul successo del futuro evento trevigiano è, oltre alla velocità con cui son stati "bruciati" tutti i biglietti disponibili, la provenienza degli acquirenti: i mille biglietti sono stati "contesi" online da persone di ben 60 province italiane, ma acquisti sono stati effettuati anche da cittadini della Svizzera, Slovenia e Austria. "A conferma di quanto già oggi "La storia dell'impressionismo" si configuri come l'appuntamento più atteso in Italia, per la prossima stagione, dal pubblico delle mostre d'arte", chiosa il Sindaco di Treviso Giovanni Manildo. Per i moltissimi che non sono riusciti ad aggiudicarsi oggi il prezioso biglietto, l'appuntamento è per il prossimo 18 aprile, data di apertura della prevendita.