Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Assolto in aula un 32enne residente a Ponzano Veneto

TRE ETTI DI HASHISH IN AUTO: ERA PER USO PERSONALE

Non c'era la prova di un0effettiva attività di spaccio



PONZANO VENETO
– Beccato con tre etti di hashish in auto è stato assolto perchè quella quantità di stupefacente era per uso personale. La vicenda giudiziaria di un 32enne residente a Ponzano Veneto si è infatti chiusa con una sentenza di piena assoluzione perchè il fatto non sussiste. Difeso dall'avvocato Daniele Panico, il giovane era finito sotto processo per direttissima dopo essere stato arrestato lo scorso 20 gennaio nel corso di un normale contrllo dei carabinieri a Povegliano. Il giovane era stato trovato in possesso di tre panetti di hashish da 100 grammi ciascuno e i militari gli avevano stretto le manette ai polsi contestandogli la detenzione di droga ai fini di spaccio. In aula il 32enne ha sostenuto di non aver mai venduto nemmeno un grammo di droga, ma che quei tre etti sarebbero stati la scorta che si era fatto per i mesi a venire. Oltre allo stupefacente, non era stato infatti sequestrato nessun altro elemento che potesse far pensare a un'attività di spaccio. E le prove di questa presunta “seconda vita” non c'erano. Motivo per cui il giudice ha accolto la tesi difensiva scagionando del tutto il 32enne.