Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/216: LA CINA ╚ VICINA ANCHE SUL GREEN

A Pechino, lo svedese Bjork supera Otaegui


TREVISO - Ed ecco l’Open di questo Paese fino a ieri tanto lontano da noi, e che oggi, in quanto a Golf e non solo, si sta portando in pole position nel mondo.Il Volvo China Open, torneo dell’European Tour che si avvale dell’organizzazione dell’Asian Tour, si gioca al Topwin...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/215: ALLA MONTECCHIA VA IN SCENA IL BANCA GENERALI INVITATIONAL

Quarta tappa del circuito sponsorizzato dal gruppo bancario


SELVAZZANO DENTRO (PD) - In un ambiente speciale, la gara di golf 18 buche stableford, contrassegnata dall’esclusività e dal prestigio di “Banca Generali Private”. Era la quarta delle sette tappe del “Trofeo di golf area nord est” sponsorizzato da Banca...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/214: IL CHALLENGE AIGG RITORNA IN VENETO

Giornalisti golfisti impegnati a Frassanelle e al Colli Berici


PADOVA/VICENZA - Il Challenge dei Giornalisti Golfisti d’Italia 2018, dopo le giornate romane è arrivato in Veneto, nel padovano e nel vicentino. Abbiamo giocato in due particolarissimi Campi, ambientati in luoghi molto interessanti. Nella prima giornata abbiamo goduto della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un anno, un mese e dieci giorni inflitti a un 51enne per stalking

SPINGE LA VICINA DALLE SCALE DEL PALAZZO: CONDANNATO

L'episodio incriminato in una casa Ater di viale Nazioni Unite



TREVISO
– Insulta la vicina di casa, la spinge giù dalle scale del condominio e le rovescia addosso il barattolo di salsa che aveva in mano. Condotte che sono costate a un 51enne trevigiano, residente in un appartamento Ater di viale Nazioni Unite a San Paolo, una condanna a un anno, un mese e dieci giorni di reclusione per stalking. Vittima delle sue persecuzioni una 50enne che abita nell'appartamento sopra il suo: per anni, stando alle accuse, la donna avrebbe sopportato le continue molestie dell'uomo che nel maggio dello scorso anno, dopo l'episodio incriminato, venne arrestato dalla Polizia e, scarcerato dopo la convalida, raggiunto da un divieto di avvicinamento alla donna. Divieto che l'uomo ha rispettato fino alla sentenza di condanna: secondo il legale della donna infatti, che ha già presentato una nuova denuncia, il 50enne si sarebbe presentato nell'appartamento facendole, ancora una volta, segno che le avrebbe tagliato la gola. Gesto che aveva già commesso in passato e che gli era costato una prima segnalazione alle forze dell'ordine. Stando alle accuse l'uomo si sarebbe invaghito della figlia della casalinga, all'epoca 18enne. Di fronte al rifiuto della giovane, l'uomo avrebbe iniziato a prendersela con la madre, rivolgendole insulti irripetibili e augurandole una brutta fine. Lei, invalida al 100% e malata di tumore, dopo aver sopportato per mesi quell'atteggiamento ostile del condomino, aveva deciso di chiedere aiuto alle autorità temendo per la sicurezza sua e delle figlie.