Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un anno, un mese e dieci giorni inflitti a un 51enne per stalking

SPINGE LA VICINA DALLE SCALE DEL PALAZZO: CONDANNATO

L'episodio incriminato in una casa Ater di viale Nazioni Unite



TREVISO
– Insulta la vicina di casa, la spinge giù dalle scale del condominio e le rovescia addosso il barattolo di salsa che aveva in mano. Condotte che sono costate a un 51enne trevigiano, residente in un appartamento Ater di viale Nazioni Unite a San Paolo, una condanna a un anno, un mese e dieci giorni di reclusione per stalking. Vittima delle sue persecuzioni una 50enne che abita nell'appartamento sopra il suo: per anni, stando alle accuse, la donna avrebbe sopportato le continue molestie dell'uomo che nel maggio dello scorso anno, dopo l'episodio incriminato, venne arrestato dalla Polizia e, scarcerato dopo la convalida, raggiunto da un divieto di avvicinamento alla donna. Divieto che l'uomo ha rispettato fino alla sentenza di condanna: secondo il legale della donna infatti, che ha già presentato una nuova denuncia, il 50enne si sarebbe presentato nell'appartamento facendole, ancora una volta, segno che le avrebbe tagliato la gola. Gesto che aveva già commesso in passato e che gli era costato una prima segnalazione alle forze dell'ordine. Stando alle accuse l'uomo si sarebbe invaghito della figlia della casalinga, all'epoca 18enne. Di fronte al rifiuto della giovane, l'uomo avrebbe iniziato a prendersela con la madre, rivolgendole insulti irripetibili e augurandole una brutta fine. Lei, invalida al 100% e malata di tumore, dopo aver sopportato per mesi quell'atteggiamento ostile del condomino, aveva deciso di chiedere aiuto alle autorità temendo per la sicurezza sua e delle figlie.