Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un 29enne ottiene l'obbligo di dimora a Preganziol dal padre

LUDOPATICO SI SCAGLIA CONTRO I CARABINIERI: ARRESTATO

In passato sarebbe arrivato a sperperare 180 mila euro



VEDELAGO
– Visibilmente ubriaco si sarebbe rifiutato di fornire i propri documenti nel corso di un normale controllo dei carabinieri all'interno del bar Cristal di Vedelago e, non contento, si sarebbe scagliato contro i militari mandandone due in ospedale con ferite giudicate guaribili rispettivamente in sette e tre giorni di prognosi. Finito in manette per resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità, un 29enne castellano è stato processato per direttissima e ha ottenuto l'obbligo di dimora nel comune di Preganziol (non potendo uscire dalla casa del padre dalle 19 alle 7 del mattino) e un rinvio dell'udienza al prossimo 17 marzo. Il giovane è una vecchia conoscenza delle aule di giustizia: non è la prima volta infatti che finisce sotto accusa per aver alzato le mani contro delle forze dell'ordine. La motivazione della sua rabbia potrebbe essere ricercata nel fatto che, come afferma il suo amministratore di sostegno, il 29enne soffre di ludopatia. In passato infatti sarebbe riuscito a sperperare in scommesse circa 180 mila euro, arrivando anche a perdere 18 mila euro puntando su una semplice partita di tennis tra dilettanti.