Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Banda di professionisti in azione nell'azienda di via Roma

MAXI FURTO DA 350 MILA EURO ALLA IVECO DI VILLORBA

Ripulite le officine della Industrial Cars e della Formula srl



VILLORBA
– Maxi furto da 350 mila euro alla Ceccato spa di via Roma a Villorba. Una banda di professionisti, quasi certamente su commissione, è entrata in azione giovedì sera attorno alle 21.30, circa un'ora e mezza dopo la chiusura, e ha fatto razzia sia nell'officina della Industrial Cars che in quella della Formula srl, concessionario Honda sempre facente parte dell'azienda madre. Stando a quanto riscontrato dai proprietari, che si sono accorti del furto soltanto il giorno successivo, i malviventi sarebbero entrati nel piazzale dell'azienda con un camion e avrebbero iniziato a caricare ogni cosa che saltava loro a tiro. Non è ancora chiaro quanto tempo abbiano impiegato ma di certo è che se ne sono andati portandosi via due Fiat Ducato ancora da immatricolare, 30 treni di gomme, 3 computer per la revisione degli autoveicoli oltre ad accessori, targhe, materiali di ricambio, strumenti per la diagnostica, attrezzature professionali da officina e denaro per un totale di 7 mila euro in contanti. Sul caso indagano i carabinieri di Treviso.