Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nel 2010 malmen˛ un anziano di Piazzola per 2mila euro

FERMATO SUL PASSANTE: ╚ UN RAPINATORE

Modalvo bloccato dalla Polstrada al casello di Preganziol


PREGANZIOL - Fermato per un controllo in autostrada, è risultato essere un rapinatore, con diversi precedenti. A finire in carcere, un modolavo 30enne bloccato sabato dalla Polizia stradale in prossimità del casello di Preganziol del Passante di Mestre, a bordo di un furgone bianco insieme ad altre cinque persone. Gli agenti avevano notato che gli occupanti, mentre viaggiavano, stavano sorseggiando bevande che parevano chiaramente alcoliche ed erano particolarmente euforici.
Intimato l'alt al veicolo, un Mercedes Sprinter con targa romena, uno dei passeggeri seduto sul sedile posteriore ha mostrato ai poliziotti una carta d'identità palesemente contraffatta. In un primo momento, l'uomo ha acconsentito a scedere per essere perquisito, ma poi ha cercato di fuggire, colpendo con gomitate e calci gli agenti. Dopo una colluttazione, i poliziotti, grazie anche all'aiuto dei colleghi giunti nel frattempo, sono riusciti a immobilizzare l'immigrato: arrestato è stato portato in Questura. Qui, nel giubbino gli è stato trovato un passaporto romeno intestato a Oleg Turcan, nato in Romania 30 anni fa: la sua vera identità. La ricerca nel database, però, ha mostrato anche un discreto curriculum criminale: sul 30enne pendeva un provvedimento di custodia cautelare per essere stato protagonista di una rapina, nel marzo 2010, ai danni di un anziano di Piazzola sul Brenta: insieme a un complice era entrato in casa del pensionato, l'aveva legato ai polsi e tenuto schiacciato a terra con un piede, schiaffeggiandolo e minacciandolo di morte per farsi consegnare duemila euro, prima di fuggire con l'auto della vittima.
Inoltre era stato espulso per un'altra condanna a due anni per reati gravi ed era ricercato per altri precedenti. Motivi che, sommati alle nuove accuse per quanto commesso sabato durante il controllo della Stradale, hanno aperto per lui le porte del carcere di Santa Bona.