Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sul banco degli imputati il 54enne cinese Zou Meixiu

INVESTÌ E UCCISE UN EX PUGILE: CONDANNATO A SEI MESI

A perdere la vita, il 15 aprile 2011, l'85enne Albano Fraccaro


CASTELFRANCO VENETO - La perizia super partes disposta dal giudice ha in sostanza evidenziato un concorso di colpa. Motivo per cui Zou Meixiu, 54enne cinese residente a Castelfranco Veneto, è stato giudicato colpevole di omicidio colposo e condannato a sei mesi di reclusione per la morte di Albano Fraccaro, ex campione di boxe castellano deceduto in un incidente stradale il 15 aprile 2011. Difeso dall'avvocato Jenny Lo Presti, l'imputato ha già annunciato che presenterà ricorso in appello. Il pubblico ministero Iuri De Biasi aveva ipotizzato una condanna a due anni.

Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, il 54enne, avendo tenuto una velocità elevata per quel tratto di strada, non sarebbe riuscito a evitare l'impatto con il ciclista che si trovava al centro della carreggiata. Diametralmente opposta la ricostruzione della difesa: alla base dell'investimento, lungo una strada poco illuminata, ci sarebbe stata una manovra errata del ciclista che avrebbe attraversato senza dare la precedenza. 

I fatti, come detto, risalgono al 15 aprile del 2011: erano da poco passate le 22.30 quando Fraccaro stava attraversando la regionale 53 all’altezza di via Poisolo a Castelfranco Veneto. Mentre si trovava quasi al centro della carreggiata, la Ford Escord guidata dal cinese lo centrò in pieno. L'ex pugile usciva da un incrocio secondario che si immette sulla regionale che collega Treviso a Vicenza, doveva girare a sinistra per fare ritorno a casa e aveva attraversato la prima parte della carreggiata.

L'automobilista che proveniva da Vicenza non si era accorto della presenza del ciclista e non sarebbe riuscito a evitarlo. L’anziano era stato caricato sul cofano dell'auto e scaraventato molti metri più avanti. Per Fraccaro purtroppo non c’era stato scampo: i traumi riportati in seguito all'impatto lo avevano in pratica ucciso sul colpo nonostante le cure degli operatori sanitari del Pronto soccorso dell’ospedale San Giacomo di Castelfranco, arrivati sul posto in una manciata minuti.