Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In aula il patron del gruppo e i quattro membri del cda

SCANDALO NES: ANCHE L'IKEA CHIEDE I DANNI A COMPIANO

Anche assicurazioni e banche ora presentano il conto



TREVISO
– C'è anche l'Ikea tra le 12 parti civili che chiedono il risarcimento danni a Luigi Compiano e ai quattro membri del cda per il crac della North East Services. Di fronte al gup Angelo Mascolo si è tenuta la prima udienza per la bancarotta milionaria dell'azienda di via Belvedere a Silea e le difese, rappresentate dagli avvocati Piero Barolo, Roberto e Mario Nordio, Innocenzo Megali e Antonio Pagliano, hanno chiesto e ottenuto un rinvio dell'udienza per poter studiare le richieste di costituzione delle 12 parti civili. Si torna in aula a metà giugno.

Oltre al curatore fallimentare (nel caso specifico l'amministratore straordinario Sante Casonato) e all'Ikea, chiedono il risarcimento dei danni a Compiano banche e assicurazioni (tra cui Veneto Banca, Intesa San Paolo, Unicredit e Zurich Insurance). Bancarotta fraudolenta patrimoniale per distrazione è l'accusa contestata a Luigi Compiano per un importo di poco inferiore ai 36 milioni di euro. Ipotesi di reato alla quale si aggiunge quella di dichiarazione infedele dei redditi dal 2006 al 2012, per un importo che supera i 12,5 milioni di euro.

Per aver aggravato il dissesto della Nes Spa sono invece sotto accusa Filippo Silvestri, Angelo Monti, Paolo Ricciardi e Fabrizio Ricoldi: secondo gli inquirenti non avrebbero fatto nulla per pretendere il pagamento di circa 8 milioni di euro di crediti vantati dalla società e, conoscendo il default della ditta di Silea già dal 2011, non ne avrebbero chiesto il fallimento che avrebbe potuto salvaguardare sia i dipendenti che i creditori. Tutti i membri del cda stanno valutando se ci siano i presupposti per scegliere un rito alternativo, che porterebbe allo sconto di un terzo della pena in caso di condanna. Soluzione a cui sta pensando anche Luigi Compiano, l'unico a rischare veramente grosso (fino a dieci anni di carcere).