Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La precisazione del cda: "mai formalizzata una proposta ufficiale"

"OFFERTA LA PRESIDENZA DI VENETO BANCA ALBANIA"

L'ex magistrato ha rifiutato "per non tradire l'associazione"


MONTEBELLUNA - Giovanni Schiavon avrebbe rifiutato la presidenza di Veneto Banka sh.a., banca albanese controllata al 100% dal gruppo Veneto Banca. L'ex presidente del Tribunale di Treviso in una lettera inviata al cda dell'istituto montebellunese, pur ringraziando per l'offerta e dopo lunga riflessione, spiega di non voler accettare per proseguire il suo lavoro nell'Associazione azionisti di Veneto Banca, che ha fondato e di cui è leader. Associazione che vivrebbe l'eventuale incarico "con il sospetto di un’utilizzazione strumentale, da parte mia, della fiducia associativa, di cui vado orgoglioso". "Preferisco continuare a concentrare il mio impegno alla guida dell’Associazione - scrive Schiavon -, i cui iscritti hanno il diritto di continuare a credere ancora nella nostra opera di sostegno delle loro ragioni (per quel che sarà possibile e lecito), senza il dubbio di essere stati da me 'traditi'. Assicuro comunque la mia lealtà comportamentale nei confronti della Governance di Veneto Banca e preferisco impedire in radice che una mia disponibilità alla nomina offertami venga interpretata dai risparmiatori come un segnale di abbandono e di disimpegno".
Il consiglio di amministrazione di Veneto Banca, tuttavia, in una nota, precisa che "nonostante gli indubbi requisiti professionali riconducibili al dottor Schiavon, che farebbero di Lui un possibile candidato anche alla luce dell’esperienza maturata in passato all’interno del cda di Banca Italo-Romena (oggi succursale di Bucarest di Veneto Banca), nessuna proposta ufficiale è mai stata formalizzata da parte del suddetto organo".