Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La precisazione del cda: "mai formalizzata una proposta ufficiale"

"OFFERTA LA PRESIDENZA DI VENETO BANCA ALBANIA"

L'ex magistrato ha rifiutato "per non tradire l'associazione"


MONTEBELLUNA - Giovanni Schiavon avrebbe rifiutato la presidenza di Veneto Banka sh.a., banca albanese controllata al 100% dal gruppo Veneto Banca. L'ex presidente del Tribunale di Treviso in una lettera inviata al cda dell'istituto montebellunese, pur ringraziando per l'offerta e dopo lunga riflessione, spiega di non voler accettare per proseguire il suo lavoro nell'Associazione azionisti di Veneto Banca, che ha fondato e di cui è leader. Associazione che vivrebbe l'eventuale incarico "con il sospetto di un’utilizzazione strumentale, da parte mia, della fiducia associativa, di cui vado orgoglioso". "Preferisco continuare a concentrare il mio impegno alla guida dell’Associazione - scrive Schiavon -, i cui iscritti hanno il diritto di continuare a credere ancora nella nostra opera di sostegno delle loro ragioni (per quel che sarà possibile e lecito), senza il dubbio di essere stati da me 'traditi'. Assicuro comunque la mia lealtà comportamentale nei confronti della Governance di Veneto Banca e preferisco impedire in radice che una mia disponibilità alla nomina offertami venga interpretata dai risparmiatori come un segnale di abbandono e di disimpegno".
Il consiglio di amministrazione di Veneto Banca, tuttavia, in una nota, precisa che "nonostante gli indubbi requisiti professionali riconducibili al dottor Schiavon, che farebbero di Lui un possibile candidato anche alla luce dell’esperienza maturata in passato all’interno del cda di Banca Italo-Romena (oggi succursale di Bucarest di Veneto Banca), nessuna proposta ufficiale è mai stata formalizzata da parte del suddetto organo".