Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/152: IN SUDAFRICA, EDO MOLINARI TRA I PROTAGONISTI

Nella tappa "australe" dell'European Tour si impone l'inglese Storm


Edoardo Molinari, Nino Bertasio e il dilettante romano Philip Geerts, sono gli azzurri impegnati nel torneo BMW South African Open dell’European Tour, combinato con il Sunshine Tour, in atto dal 12 al 15 gennaio. Il Campo di gioco è il Glendower (par 72) di City of Ekurhuleni. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L’assessore al sociale De Nardi: "Solo contatti informali"

NIENTE SPRAR PER VITTORIO VENETO, FREGONA E CAPPELLA MAGGIORE

Scaduti i termini del bando per l'accoglienza di 25 migranti


VITTORIO VENETO - Niente Sprar a Vittorio Veneto, Fregona e Cappella Maggiore. I termini del bando sono scaduti ieri e non è stata presentata alcuna domanda. In mancanza dell’ente attuatore, la cooperativa che avrebbe dovuto gestire il servizio di accoglienza, dunque i tre Comuni devono rinunciare all’adesione al Sistema nazionale di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati (cosiddetto S.P.R.A.R.) attraverso cui lo Stato partecipa ai più ampi sistemi europei e internazionali di protezione dei rifugiati e richiedenti asilo. Il bando prevedeva l’accoglienza di 25 persone tra i tre Comuni, di cui 6 tra coloro che hanno ottenuto il riconoscimento dello status di rifugiato. Le 25 unità sarebbero state detratte dal numero complessivo dei richiedenti asilo già ospitati sul territorio comunale. “Abbiamo ricevuto dei contatti informali per partecipare al bando – commenta l’assessore al sociale Barbara De Nardi – ma purtroppo da chi non possedeva il requisito di esperienza pluriennale specifica nel settore richiesto dal bando nazionale. Un requisito da cui non si deroga, neanche in caso di associazione tra più realtà, e che di fatto restringe di molto il campo di chi può intervenire. Anche il modesto esito dell’analogo bando proposto dalla Prefettura dimostra i limiti di questa norma”.