Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Afferrata per le braccia, è stata salvata da un barista

AGGREDISCE CAMERIERA PER RUBARLE IL CELLULARE

Rapina in via Pescatori, arrestato un marocchino 35enne


TREVISO - Aggredita, afferrata per le braccia e rincorsa fino ad un bar dove è riuscita a rifugiarsi fino all'arrivo della polizia che ha arrestato il rapinatore, un marocchino di 35 anni che voleva a tutti i costi il suo telefono cellulare. Questa la terribile esperienza vissuta nel tardo pomeriggio di ieri, martedì grasso, da poco erano passate le 18, una cameriera 32enne. La donna era andata ad acquistare le sigarette quando, all'angolo tra via Pescatori, dove si trova il locale, e via Fiumicelli, è stata sorpresa dallo straniero che era completamente ubriaco. La donna è riuscita a divincolarsi e a fuggire fino ad un bar poco distante dove il proprietario, Alessandro, l'ha soccorsa, fatta entrare nel locale e dato l'allarme. Il magrebino però non ha mollato la presa e anzi ha cercato di entrare all'interno del bar, sfondando la porta. Sul posto sono giunti gli agenti delle volanti della polizia che hanno arrestato lo straniero, Yoness Essafi, per tentata rapina e resistenza a pubblico ufficiale. In mattinata si è celebrato il processo per direttissima presso il tribunale di Treviso.
"L'amministrazione comunale ce la mette tutta per garantire elevati livelli di sicurezza in città: i controlli della polizia locale sono quotidiani - dichiara il vicesindaco e assessore alla sicurezza del Comune di Treviso Roberto Grigoletto - Tutti i giorni un presidio mobile, in modo particolare nelle ore pomeridiane e serali, controlla le aree più calde e lavora per contastare degrado e microcriminalità. Ma non è possibile pensare che l'amministrazione faccia tutto da sola".
Gli agenti di polizia locale svolgono quotidianamente anche un'attività finalizzata al controllo del rispetto dell'art 37 bis del Regolamento di Polizia Urbana che vieta il consumo delle bevande alcoliche proprio nell'area interessata dall'aggressione nonchè nelle zone limitrofe. "Più volte abbiamo chiesto al Questore di predisporre un potenziamento dei passaggi delle forze dell'ordine. Anche questo ho evidenziato oggi insieme alla mia richiesta di informazioni. Su questa vicenda, ripeto, vogliamo vederci chiaro".