Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitą coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sotto accusa un autotrasportatore palermitano di 33 anni

RAPINATA DA UN CLIENTE, MA LA LUCCIOLA NON SI TROVA

Avrebbe malmentato la prostituta abbordata lungo il Terraglio



PREGANZIOL
- Rapina una lucciola abbordata lungo il Terraglio a Preganziol ma la vittima non si trova, e il processo rischia di finire in un nulla di fatto. Sul banco degli imputati è finito un autotrasportatore palermitano di 33 anni, accusato di aver malmenato una prostituta romena di 20 anni cercando di portarle via il cellulare e la borsetta. I fatti risalgono al 31 luglio 2013. Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, l'uomo avrebbe contrattato una prestazione sessuale con la giovanissima e, dopo averla fatta salire in auto, si sarebbero appartati in una zona isolata di Preganziol. Di fronte al rifiuto della lucciola di avere un rapporto senza preservativo, il cliente sarebbe andato su tutte le furie pretendendo la restituzione dei 50 euro pagati in anticipo. Per farlo avrebbe preso la borsetta della 20enne ma dentro avrebbe trovato soltanto 10 euro. A quel punto avrebbe iniziato a picchiarla cercando di sottrarle anche il cellulare ma la lucciola sarebbe riuscita a divincolarsi e a uscire dalla vettura. Il 33enne, a quel punto, ha ingranato la marcia e se n'è andato ma la giovane romena ha annotato la targa di quella Peugeot 307 e ha chiamato i carabinieri. L'autotrasportatore è stato così denunciato a piede libero e spedito a processo. Ma l'impossibilità di rintracciare la parte offesa rischia di far saltare l'accusa: in aula è stata infatti richiesta la presenza della lucciola per capire se ad aggredirla sia stato effettivamente quell'uomo seduto sul banco degli imputati. Si torna in aula a ottobre, e nel frattempo la Procura dovrà riuscire a trovare la lucciola che pare si sia trasferita in Inghilterra.