Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sotto accusa un autotrasportatore palermitano di 33 anni

RAPINATA DA UN CLIENTE, MA LA LUCCIOLA NON SI TROVA

Avrebbe malmentato la prostituta abbordata lungo il Terraglio



PREGANZIOL
- Rapina una lucciola abbordata lungo il Terraglio a Preganziol ma la vittima non si trova, e il processo rischia di finire in un nulla di fatto. Sul banco degli imputati è finito un autotrasportatore palermitano di 33 anni, accusato di aver malmenato una prostituta romena di 20 anni cercando di portarle via il cellulare e la borsetta. I fatti risalgono al 31 luglio 2013. Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, l'uomo avrebbe contrattato una prestazione sessuale con la giovanissima e, dopo averla fatta salire in auto, si sarebbero appartati in una zona isolata di Preganziol. Di fronte al rifiuto della lucciola di avere un rapporto senza preservativo, il cliente sarebbe andato su tutte le furie pretendendo la restituzione dei 50 euro pagati in anticipo. Per farlo avrebbe preso la borsetta della 20enne ma dentro avrebbe trovato soltanto 10 euro. A quel punto avrebbe iniziato a picchiarla cercando di sottrarle anche il cellulare ma la lucciola sarebbe riuscita a divincolarsi e a uscire dalla vettura. Il 33enne, a quel punto, ha ingranato la marcia e se n'è andato ma la giovane romena ha annotato la targa di quella Peugeot 307 e ha chiamato i carabinieri. L'autotrasportatore è stato così denunciato a piede libero e spedito a processo. Ma l'impossibilità di rintracciare la parte offesa rischia di far saltare l'accusa: in aula è stata infatti richiesta la presenza della lucciola per capire se ad aggredirla sia stato effettivamente quell'uomo seduto sul banco degli imputati. Si torna in aula a ottobre, e nel frattempo la Procura dovrà riuscire a trovare la lucciola che pare si sia trasferita in Inghilterra.