Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Castelfranco, a causare le fiamme il cortocircuito di una caldaia

INCENDIO IN PIAZZA GIORGIONE, INAGIBILI TRE NEGOZI

Rogo devasta store Benetton, danni anche per Max Mara e Sisley


CASTELFRANCO - Sono ingentissimi i danni provocati da un incendio che nella notte tra sabato e domenica ha devastato tre negozi nel centro storico di Castelfranco, in piazza Giorgione: danneggiati e inagibili i locali dello store Benetton ma anche l'emporio Max Mara e Sisley young. Da buttare decine e decine di capi d'abbigliamento, impregnati dal fumo acre del rogo. Il danno ammonterebbe ad alcune decine di migliaia di euro. I vigili del fuoco di Castelfranco, Asolo, Montebelluna e Treviso hanno lavorato per tutta la notte, fino alle 4 del mattino di domenica per mettere in sicurezza la struttura, bonificare gli ambienti e soprattutto far fuoriuscire la densissima nube di fumo che si era formata. Secondo quanto accertato dalla squadra di polizia giudiziaria dei vigili del fuoco l'incendio sarebbe divampato a causa di un cortocircuito di una caldaia che si è poi propagato al magazzino dello store Benetton.