Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni promuove un incontro tra i soci in un Campo da Golf, con l’intento di far chiarezza su qualcosa di particolare emerso nella stagione. Puntualizzare,e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/144: A DUBAI IL DP WORLD TOUR CHAMPIONSHIP

Vince l'inglese Fitspatrick, ad Henrik Stenson la Race to Dubai


DUBAI - Avevamo lasciato i nostri azzurri sull’European Tour al termine del Turkish Airlines Open, con la speranza che Manassero e Paratore conquistassero in Sud Africa la carta per giocare a Dubai. Paratore ce l’ha fatta, e son contento. Manassero no, e mi dispiace. Restano quindi a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nell'ente della Marca a rischio il 20% dei dipendenti

VERSO UNA CAMERA DI COMMERCIO UNICA PER IL VENETO

L'idea di Nicola Tognana per far fronte ai tagli al bilancio


TREVISO - Una Camera di commercio unica per il Veneto. E' la strada su cui si muoveranno gli enti camerali, secondo Nicola Tognana, presidente dell'istituzione trevigiana. Una strada per molti versi obbligati dai tagli al bilancio imposti dal governo. "E' un tema che personalmente ho cercato di proporre già da tre o quattro anni, anche per evitare di fare attività simili a 40-50 chilometri di distanza - conferma -. Forse nel passato non avevamo la giusta cultura dell'integrazione, oggi, invece, le difficoltà economiche stanno facendo capire a tutti che è necessario razionalizzare e mettersi insieme. Per questo sono più ottimista rispetto a questa possibile progettualità".
Per Tognana, il processo si realizzerà in tempi brevi. L'imprenditore trevigiano non crede ad un sparizione delle Camere di commercio, ma è convinto della necessità di sempre più forti integrazioni. Su questo aspetto si sta già lavorando per cercare di realizzare ulteriori risparmi.
Il calo delle risorse, peraltro, mette a rischio anche gli organici: per Treviso si prefigura una riduzione del 20% dei circa 140 dipendenti complessivamente in forza una volta ultimata la fusione, già avviata, con la consorella bellunese. "Questa strategia sinceramente mi stupisce - sottolinea l'ex vicepresidente nazionale di Confindustria -, visti i problemi in questo ambito vissuti dalla società civile: ad esempio, nel nostro territorio ci sono tantissimi dipendenti della Provincia che non hanno ancora trovato una ricollocazione. Continuare a tagliare non mi pare una grande idea. Purtroppo non dipende da noi: doppiamo fare quello che ci obbligano a fare".