Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/152: IN SUDAFRICA, EDO MOLINARI TRA I PROTAGONISTI

Nella tappa "australe" dell'European Tour si impone l'inglese Storm


Edoardo Molinari, Nino Bertasio e il dilettante romano Philip Geerts, sono gli azzurri impegnati nel torneo BMW South African Open dell’European Tour, combinato con il Sunshine Tour, in atto dal 12 al 15 gennaio. Il Campo di gioco è il Glendower (par 72) di City of Ekurhuleni. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dai sedici anni del primo grado, condanne ridotte a nove

DUE ETTI DI COCAINA IN CASA: PENE DIMEZZATE IN APPELLO

alla sbarra il 36enne Giuseppe Ruju e la 30enne Giuliana Battois



ZERO BRANCO
– Dimezzate le condanne in appello ai coniugi di Zero Branco scoperti con la droga in casa. Dopo aver rimediato in primo grado rispettivamente nove anni e due mesi e sette anni e sei mesi di reclusione, il 36enne di origini veneziane Giuseppe Ruju è passato a cinque anni di carcere, mentre la moglie Giuliana Battois, 30enne padovana, a tre anni e otto mesi.

Difesi entrambi dall'avvocato Mauro Serpico, i due coniugi erano finiti in manette nel giugno dello scorso anno dopo che la Squadra Mobile di Venezia, impegnata in un'operazione di controllo del territorio, li aveva scoperti con 200 grammi di cocaina in casa, di cui 145 di sostanza purissima, e 40 grammi di marijuana.

Sotto sequestro erano finiti anche un bilancino di precisione, alcuni coltelli e pugnali oltre a delle armi giocattolo alle quali era stato rimosso il tappo rosso. Secondo gli inquirenti i due coniugi sarebbero stati soliti smerciare piccoli quantitativi di droga tra Mestre, Mogliano Veneto e Treviso.