Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/152: IN SUDAFRICA, EDO MOLINARI TRA I PROTAGONISTI

Nella tappa "australe" dell'European Tour si impone l'inglese Storm


Edoardo Molinari, Nino Bertasio e il dilettante romano Philip Geerts, sono gli azzurri impegnati nel torneo BMW South African Open dell’European Tour, combinato con il Sunshine Tour, in atto dal 12 al 15 gennaio. Il Campo di gioco è il Glendower (par 72) di City of Ekurhuleni. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rinviato a giudizio per omicidio colposo un 25enne di Spresiano

FALCIATO DA UN FURGONE, INVESTITORE A PROCESSO

Lo schianto il 29 gennaio 2015: morì Francesco Bragagia


ARCADE – Rinviato a giudizio perchè ritenuto responsabile della morte di Francesco Bragagia, 55enne di Nervesa e dipendente della "Piave funghi" di Santandrà, deceduto il 29 gennaio dello scorso anno in un incidente stradale. E' la decisione presa dal gup Silvio Maras nei confronti di un 25enne di Spresiano il quale, alla guida del furgone Citroen della ditta per cui lavorava, avrebbe tagliato la strada al centauro. La ricostruzione della difesa è però diversa rispetto a quella della Procura, motivo per cui ha scelto di affrontare il dibattimento. A causare l'incidente sarebbe stata infatti una vettura condotta da una 20enne del posto la quale, per evitare un fagiano che si trovava in mezzo alla strada, avrebbe sterzato a sinistra invadendo la corsia opposta di marcia. Il 25enne viaggiava nel senso opposto di marcia e, per evitare l'impatto, avrebbe sterzato a destra finendo sull'erba e perdendo il controllo del mezzo che è sbandato, ha abbattuto un palo del telefono e ha poi falciato il centauro, uccidendolo sul colpo, prima di finire ribaltato contro il muro di un'abitazione. La posizione della 20enne è già stata archiviata e per la procura l'unico responsabile del tragico incidente sarebbe l'imputato. Il processo inizierà a giugno.