Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/166: I GIORNALISTI GOLFISTI SI SFIDANO IN EMILIA

Il Challenge Aigg fa tappa al club Le Fonti e Bologna


BOLOGNA - Siamo in Emilia, per la terza e quarta tappa del Challenge Aigg Diavolina, e la prima giornata è al Club “Le Fonti”. Ci affacciamo ai piedi dell’appennino tosco emiliano in comune di Castel San Pietro Terme, appena un po’ a est di Bologna sulla storica Via...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA È IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rinviato a giudizio per omicidio colposo un 25enne di Spresiano

FALCIATO DA UN FURGONE, INVESTITORE A PROCESSO

Lo schianto il 29 gennaio 2015: morì Francesco Bragagia


ARCADE – Rinviato a giudizio perchè ritenuto responsabile della morte di Francesco Bragagia, 55enne di Nervesa e dipendente della "Piave funghi" di Santandrà, deceduto il 29 gennaio dello scorso anno in un incidente stradale. E' la decisione presa dal gup Silvio Maras nei confronti di un 25enne di Spresiano il quale, alla guida del furgone Citroen della ditta per cui lavorava, avrebbe tagliato la strada al centauro. La ricostruzione della difesa è però diversa rispetto a quella della Procura, motivo per cui ha scelto di affrontare il dibattimento. A causare l'incidente sarebbe stata infatti una vettura condotta da una 20enne del posto la quale, per evitare un fagiano che si trovava in mezzo alla strada, avrebbe sterzato a sinistra invadendo la corsia opposta di marcia. Il 25enne viaggiava nel senso opposto di marcia e, per evitare l'impatto, avrebbe sterzato a destra finendo sull'erba e perdendo il controllo del mezzo che è sbandato, ha abbattuto un palo del telefono e ha poi falciato il centauro, uccidendolo sul colpo, prima di finire ribaltato contro il muro di un'abitazione. La posizione della 20enne è già stata archiviata e per la procura l'unico responsabile del tragico incidente sarebbe l'imputato. Il processo inizierà a giugno.