Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e università coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rinviato a giudizio per omicidio colposo un 25enne di Spresiano

FALCIATO DA UN FURGONE, INVESTITORE A PROCESSO

Lo schianto il 29 gennaio 2015: morì Francesco Bragagia


ARCADE – Rinviato a giudizio perchè ritenuto responsabile della morte di Francesco Bragagia, 55enne di Nervesa e dipendente della "Piave funghi" di Santandrà, deceduto il 29 gennaio dello scorso anno in un incidente stradale. E' la decisione presa dal gup Silvio Maras nei confronti di un 25enne di Spresiano il quale, alla guida del furgone Citroen della ditta per cui lavorava, avrebbe tagliato la strada al centauro. La ricostruzione della difesa è però diversa rispetto a quella della Procura, motivo per cui ha scelto di affrontare il dibattimento. A causare l'incidente sarebbe stata infatti una vettura condotta da una 20enne del posto la quale, per evitare un fagiano che si trovava in mezzo alla strada, avrebbe sterzato a sinistra invadendo la corsia opposta di marcia. Il 25enne viaggiava nel senso opposto di marcia e, per evitare l'impatto, avrebbe sterzato a destra finendo sull'erba e perdendo il controllo del mezzo che è sbandato, ha abbattuto un palo del telefono e ha poi falciato il centauro, uccidendolo sul colpo, prima di finire ribaltato contro il muro di un'abitazione. La posizione della 20enne è già stata archiviata e per la procura l'unico responsabile del tragico incidente sarebbe l'imputato. Il processo inizierà a giugno.