Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rinviato a giudizio per omicidio colposo un 25enne di Spresiano

FALCIATO DA UN FURGONE, INVESTITORE A PROCESSO

Lo schianto il 29 gennaio 2015: morì Francesco Bragagia


ARCADE – Rinviato a giudizio perchè ritenuto responsabile della morte di Francesco Bragagia, 55enne di Nervesa e dipendente della "Piave funghi" di Santandrà, deceduto il 29 gennaio dello scorso anno in un incidente stradale. E' la decisione presa dal gup Silvio Maras nei confronti di un 25enne di Spresiano il quale, alla guida del furgone Citroen della ditta per cui lavorava, avrebbe tagliato la strada al centauro. La ricostruzione della difesa è però diversa rispetto a quella della Procura, motivo per cui ha scelto di affrontare il dibattimento. A causare l'incidente sarebbe stata infatti una vettura condotta da una 20enne del posto la quale, per evitare un fagiano che si trovava in mezzo alla strada, avrebbe sterzato a sinistra invadendo la corsia opposta di marcia. Il 25enne viaggiava nel senso opposto di marcia e, per evitare l'impatto, avrebbe sterzato a destra finendo sull'erba e perdendo il controllo del mezzo che è sbandato, ha abbattuto un palo del telefono e ha poi falciato il centauro, uccidendolo sul colpo, prima di finire ribaltato contro il muro di un'abitazione. La posizione della 20enne è già stata archiviata e per la procura l'unico responsabile del tragico incidente sarebbe l'imputato. Il processo inizierà a giugno.