Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitą coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, blitz dei vigili: 50 dosi in tasca, tre cellulari e 270 euro

SPACCIO: PROFUGO-PUSHER DI NUOVO IN MANETTE

Un 26enne del Gambia gią arrestato in ottobre dai carabinieri


TREVISO - Era già stato arrestato dai carabinieri nell'ottobre dello scorso anno: i militari lo avevano sorpreso mentre spacciava droga a dei minorenni ai giardini di Porta Altinia. Ieri pomeriggio è stato nuovamente arrestato, questa volta dalla polizia locale. Parliamo di un profugo, già ospite nei mesi scorsi della Caritas: un 26enne originario del Gambia, già conosciuto alle forze dell'ordine.
Ieri verso le 15 una pattuglia della polizia locale in borghese aveva notato attorno ad una panchina di via Lungosile Mattei, un gruppo di extracomunitari di colore. Tra questi veniva riconosciuto un 26 enne, proveniente dal Gambia, già noto alle forze dell'ordine.
Gli agenti hanno deciso di avvicinarsi per effettuare un controllo ma lo straniero ha tentato di allontanarsi in sella ad una bicicletta. Il tentativo di fuga è stato inutile: gli agenti lo hanno subito bloccato.
Il 26enne è stato quindi accompagnato presso il Comando della polizia locale di via Castello d'Amore e perquisito: all'interno degli indumenti intimi sono stati trovati circa 50 dosi di stupefacente confezionate singolarmente e pronte per essere spacciate nel corso del pomeriggio.
Lo straniero era dotato  anche di tre telefoni cellulari e denaro contante in banconote di piccolo taglio per un totale di 270 euro. Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro penale. Il pm di turno, visti anche i precedenti, ne ha disposto la custodia presso la cella del Comando in attesa della comparizione di domani dinnanzi al giudice, per lo svolgimento del processo per direttissima.