Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/166: I GIORNALISTI GOLFISTI SI SFIDANO IN EMILIA

Il Challenge Aigg fa tappa al club Le Fonti e Bologna


BOLOGNA - Siamo in Emilia, per la terza e quarta tappa del Challenge Aigg Diavolina, e la prima giornata è al Club “Le Fonti”. Ci affacciamo ai piedi dell’appennino tosco emiliano in comune di Castel San Pietro Terme, appena un po’ a est di Bologna sulla storica Via...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA È IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Non è stato possibile nemmeno stabilire se sia stato doloso

INCENDIO ALLA CECCATO: CHIESTA L'ARCHIVIAZIONE

Il rogo aveva distrutto l'azienda di rifiuti il 26 settembre


CASTELFRANCO VENETO – Il rogo che ha distrutto la Ceccato Recycling il 26 settembre scorso rimarrà senza colpevoli. La Procura di Treviso ha infatti chiesto l'archiviazione del fascicolo in quanto non è stato possibile nemmeno stabilire se si sia trattato di un incendio doloso, anche se i sospetti sarebbero fondati. Le fiamme hanno distrutto ogni cosa all'interno della struttura di via Staizza a Salvarosa di Castelfranco Veneto, non permettendo agli inquirenti di trovare tracce di eventuali acceleranti o del punto d'innesco. Del caso si era occupata anche l'antimafia, visto il numero di incendi sospetti che aveva flagellato la Provincia di Treviso negli ultimi mesi. Ma ogni sforzo, almeno per questo singolo episodio, pare essere stato inutile. Quel giorno erano intervenuti otto mezzi dei vigili del fuoco che per ore avevano cercato di avere la meglio sulle fiamme. Non sapendo cosa ci fosse stoccato all'interno del magazzino della ditta, che si occupa di recupero e riciclaggio di rifiuti, il sindaco di Castelfranco Stefano Marcon aveva invitato i cittadini a chiudersi in casa e a non spostarsi se non strettamente necessario. I tecnici dell'Arpav, effettuati i dovuti rilievi, avevano in seguito stabilito che nell'aria non erano fortunatamente presenti sostanze tossiche sopra i limiti di legge per la salvaguardia della salute.