Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, domani vertice in Prefettura senza sindaci leghisti

L'APPELLO DI GIANANTONIO DA RE? "IRRESPONSABILE"

La senatrice Bisinella attacca il segretario della Lega


TREVISO - «L’appello con cui il segretario della Lega in Veneto Gianantonio Da Re invita i sindaci leghisti a disertare gli incontri col prefetto di Treviso non fa che confermare quanto irresponsabile ed incoerente sia l’atteggiamento del suo partito in tema di profughi». Lo dichiara la senatrice di “Fare!” Patrizia Bisinella. «Per domani il prefetto ha previsto un confronto coi sindaci per fare il punto sulla gestione dei flussi dei migranti nel 2016 e di tutta risposta la Lega dice semplicemente che non ci andrà – afferma ancora la parlamentare trevigiana -. Ma la gente dovrebbe rendersi conto che così si gira semplicemente la faccia dall’altra parte, lasciando il problema immutato. Non vedo che senso abbiano simili sparate, anche perché totalmente diverse dalla linea che la Lega teneva quando solo pochi anni fa era forza di governo.
Anziché lavorare per trovare soluzioni concrete che aiutino i comuni ad avere meno problemi, i leghisti pensano a protestare in modo inconcludente, a fare populismo per accaparrarsi i voti proprio da quei cittadini a cui fanno credere di risolvere il problema con il semplice no su tutto; questo non è essere dalla loro parte. Da Re dimostra ancora una volta come la Lega stia solo sfruttando il problema dell’immigrazione a fini elettorali, evitando di farsene carico».