Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tre romene e una bulgara non avevano rispettato il foglio di via

CONTROLLI ANTIPROSTITUZIONE: QUATTRO LUCCIOLE DENUNCIATE

Operazione dei carabineri di Treviso: multati anche i clienti


TREVISO – Quattro lucciole denunciate e diverse migliaia di euro di sanzioni elevate. E' il bilancio dell'attività dei carabinieri di Treviso che giovedì notte hanno controllato le strade del sesso della Marca per combattere il fenomoeno della prostituzione. Nei comuni di Mogliano Veneto, Preganziol, Spresiano e Villorba i militari hanno controllato decine di lucciole, per la maggior parte dell'Est europeo, scoprendo che quattro di loro (tre romene e una bulgara tra i 26 e i 29 anni) vendevano il loro corpo sulla strada nonostante fossero destinatarie di un foglio di via emesso dalla questura di Treviso. Motivo per cui sono state denunciate a piede libero. Avendo violato le ordinanze comunali, molte lucciole sono state anche multate per la loro attività di adescamento e i clienti per essersi fermati a contrattare la prestazione sessuale.