Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/147: NUOVE TECNOLOGIE, DIVERTIMENTO E SOLIDARIETÀ

Due gare speciali con Bags4dream, Fuorilimite e Par 108


MARTELLAGO - Di questi tempi, freddi e umidi, non si avverte un grosso stimolo a partecipare ad una gara di Golf, salvo che l’attrazione non sia generata dalla simpatia degli ospiti. Ecco, le persone e l’armonia tra quest’insieme di associazioni, dedite a far beneficenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Avviata la profilassi, le condizioni dell'adolescente sono stabili

CASO DI MENINGITE A TREVISO: 11ENNE IN RIANIMAZIONE

Si è presentato ieri sera al Pronto soccorso del Ca' Foncello


TREVISO - Un ragazzo di 11 anni è stato ricoverato in serie condizioni nel reparto di Rianimazione, dopo essersi presentato ieri sera al Pronto soccorso dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso. In seguito ai tempestivi esami eseguiti nel dipartimento di Microbiologia, l'adolescente è risultato affetto da meningococco di tipo "y". A comunicarlo è la direzione dell'Ulss 9.
Il Dipartimento di Prevenzione ha attivato già questa mattina la profilassi sulla classe dell'undicenne che frequenta la prima media. Le condizioni del ragazzo, che è ancora ricoverato in Rianimazione con prognosi riservata, sono ora stabilizzate.
"Ci auguriamo tutti di cuore che il giovane paziente possa ristabilirsi presto - sottolinea il Direttore generale Francesco Benazzi -. Desidero anche esprimere il mio apprezzamento per l'efficienza dei reparti coinvolti dal Pronto Soccorso alla Rianimazione, alla Microbiologia e alla Prevenzione. Sono stati protagonisti di una sinergia che dal ricovero ed i primi sospetti, passando per dei più che mai rapidi esami con tecniche di biologia molecolare, ha consentito di avviare la profilassi in molto meno di ventiquattro ore".