Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Danni ingenti alla Banca della Marca di via Piovesana a Conegliano

ASSALTO AL BANCOMAT, FILIALE DISTRUTTA

La cassa resiste all'esplosione, ladri in fuga senza bottino


CONEGLIANO - Torna a colpire la banda dei bancomat. La scorsa notte ad essere preso di mira è stato lo sportello automatico della filiale di Banca della Marca, in via Maggiore Piovesana, a Conegliano. A differenza di altri casi simili, l'apparecchiatura atm non si trova all'esterno dell'agenzia dell'istituto di credito cooperativo, ma nell'atrio della bussola d'ingresso. L'episodio è avvenuto intorno alle 2.40: i ladri, anzichè il classico acetilene, hanno inserito un panetto di esplosivo nell'apparecchio. Ma hanno fatto male i calcoli: la cassa ha resistito alla deflagrazione. In compenso, il botto ha devastato gran parte dei locali interni della filiale, provocando ingenti danni. L'allarme è scattato e i banditi sono fuggiti senza alcun bottino. Sul fatto indagano i Carabinieri.