Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/178: LIGNANO OPEN, IL 6° APPUNTAMENTO DELL'ITALIAN PRO TOUR 2017

Primo l'austriaco Markus Habeler con 200 colpi, 16 sotto Par


LIGNANO - È tornata al Golf Club Lignano questo importante appuntamento. Anticipato mercoledì 19 luglio da una speciale Pro Am, ha preso il via in grande stile sul tracciato friulano, il Lignano Open, sesto torneo dell’Italian Pro Tour 2017; fa parte del circuito di gare...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Danni ingenti alla Banca della Marca di via Piovesana a Conegliano

ASSALTO AL BANCOMAT, FILIALE DISTRUTTA

La cassa resiste all'esplosione, ladri in fuga senza bottino


CONEGLIANO - Torna a colpire la banda dei bancomat. La scorsa notte ad essere preso di mira è stato lo sportello automatico della filiale di Banca della Marca, in via Maggiore Piovesana, a Conegliano. A differenza di altri casi simili, l'apparecchiatura atm non si trova all'esterno dell'agenzia dell'istituto di credito cooperativo, ma nell'atrio della bussola d'ingresso. L'episodio è avvenuto intorno alle 2.40: i ladri, anzichè il classico acetilene, hanno inserito un panetto di esplosivo nell'apparecchio. Ma hanno fatto male i calcoli: la cassa ha resistito alla deflagrazione. In compenso, il botto ha devastato gran parte dei locali interni della filiale, provocando ingenti danni. L'allarme è scattato e i banditi sono fuggiti senza alcun bottino. Sul fatto indagano i Carabinieri.