Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitą coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, pretendevano una ricarica: bloccati dalla Municipale

TRANS FURIOSI SCATENANO IL PANICO ALL'UFFICIO POSTALE

Due viados brasiliani insultano e minacciano in piazza Dolfin


TREVISO - Pretendevano di ricaricare le proprie carte di credito, senza fornire alcun documento d'identità. E quando gli impiegati hanno cercato di spiegare loro che era impossibile procedere, hanno dato in escandescenze. Due transessuali brasiliani trentenni hanno creato non poco scompiglio nell'ufficio postale di Sottoportico Dolfin, in pieno centro a Treviso, alle spalle della Pescheria. I due, presentatisi allo sportello nella tarda mattinata, non vedendo soddisfatta la loro richiesta, sono andati su tutte le furie ed hanno cominciato ad insultare e minacciare i dipendenti dell'agenzia, spaventando non poco anche i numerosi altri utenti presenti in quel momento.
Solo l'intervento di una pattuglia della Polizia Locale è riuscita a riportare la calma, accompagnando i due sudamericani fuori dall'ufficio e procedendo con i controlli di rito per identificarli. Gli impiegati della Posta si sono riservati di denunciare i trans brasiliani per ingiurie ed interruzione di pubblico servizio.