Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni promuove un incontro tra i soci in un Campo da Golf, con l’intento di far chiarezza su qualcosa di particolare emerso nella stagione. Puntualizzare,e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/144: A DUBAI IL DP WORLD TOUR CHAMPIONSHIP

Vince l'inglese Fitspatrick, ad Henrik Stenson la Race to Dubai


DUBAI - Avevamo lasciato i nostri azzurri sull’European Tour al termine del Turkish Airlines Open, con la speranza che Manassero e Paratore conquistassero in Sud Africa la carta per giocare a Dubai. Paratore ce l’ha fatta, e son contento. Manassero no, e mi dispiace. Restano quindi a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, pretendevano una ricarica: bloccati dalla Municipale

TRANS FURIOSI SCATENANO IL PANICO ALL'UFFICIO POSTALE

Due viados brasiliani insultano e minacciano in piazza Dolfin


TREVISO - Pretendevano di ricaricare le proprie carte di credito, senza fornire alcun documento d'identità. E quando gli impiegati hanno cercato di spiegare loro che era impossibile procedere, hanno dato in escandescenze. Due transessuali brasiliani trentenni hanno creato non poco scompiglio nell'ufficio postale di Sottoportico Dolfin, in pieno centro a Treviso, alle spalle della Pescheria. I due, presentatisi allo sportello nella tarda mattinata, non vedendo soddisfatta la loro richiesta, sono andati su tutte le furie ed hanno cominciato ad insultare e minacciare i dipendenti dell'agenzia, spaventando non poco anche i numerosi altri utenti presenti in quel momento.
Solo l'intervento di una pattuglia della Polizia Locale è riuscita a riportare la calma, accompagnando i due sudamericani fuori dall'ufficio e procedendo con i controlli di rito per identificarli. Gli impiegati della Posta si sono riservati di denunciare i trans brasiliani per ingiurie ed interruzione di pubblico servizio.