Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/147: NUOVE TECNOLOGIE, DIVERTIMENTO E SOLIDARIETÀ

Due gare speciali con Bags4dream, Fuorilimite e Par 108


MARTELLAGO - Di questi tempi, freddi e umidi, non si avverte un grosso stimolo a partecipare ad una gara di Golf, salvo che l’attrazione non sia generata dalla simpatia degli ospiti. Ecco, le persone e l’armonia tra quest’insieme di associazioni, dedite a far beneficenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

A Treviso, seminario Coni- Bnl sul post carriera degli sportivi

LA GARA PIÙ DURA: IL FUTURO DOPO IL RITIRO

L'esperienza degli ex atleti Alessandro Farina e Fabio Ongaro


TREVISO - Prepararsi per tempo al proprio futuro dopo aver appeso le scarpette al chiodo e cercare di lasciare all'apice, prima del lento, inevitabile declino. E' il consiglio di Alessandro Farina e Fabio Ongaro, professionisti ed azzurri rispettivamente di pallavolo e rugby fino a pochi anni fa ed oggi imprenditori. I due ex atleti, a lungo a Treviso con Sisley e Benetton, sono stati tra i protagonisti del seminario in Ghirada dedicato proprio al post carriera agonistica degli sportivi. L'appuntamento trevigiano fa parte di EduCare Sport, un ciclo di cinque incontri (il primo già tenuto a Milano, i prossimi a Bologna, Formia e Roma), promosso dal Coni e da Bnl - Bnp Paribas, con l'obiettivo di aiutare gli atleti a compiere scelte consapevoli per la loro "seconda vita".
Oltre 70 i partecipanti, tra sportivi di alto livello (ma non solo) ed in attività, compresi alcuni giocatori del Benetto Rugby. Dopo l'introduzione di Antonio Schiavo, direttore territoriale retail e private Nord Est di Bnl e di Gianfranco Bardelle, presidente regionale del Coni, l'incontro, moderato da Marisa Muzio, psicologa dello sport, dopo essere stata a sua volta nazionale di nuoto, ha voluto informare e formare i partecipanti su argomenti economico-finanziari (come risparmio, investimenti, finanziamenti) e approfondire aspetti legati alla sostenibilità di un progetto d’impresa. Il percorso punta, inoltre, a valorizzare i profili professionali degli sportivi, a motivarli ed “allenarli” per le sfide future.
Reinventarsi dopo il ritiro, giunti a 35- 40 anni, spesso dopo essersi concentrati fin da ragazzi su allenamenti e gare, alle volte dovendo anche sacrificare gli studi, è un passaggio delicato, che in certi casi rischia di essere traumatico. Con il dilemma, per molti, se cercare di rimanere nell'ambiente, come tecnico o dirigente, oppure cambiare completamente settore. E il caso Totti, scoppiato proprio in questi giorni, dimostra come il tema dello stop alla carriera sportiva sia quantomai di attualità.


Nel link, le interviste ad Alessandro Farina e Fabio Ongaro, andate in onda nel corso di Buongiorno Veneto Uno.



Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
20/02/2016 - Cosa fare giù dal podio: la seconda vita degli atleti