Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato a sei mesi di reclusione un 30enne di Pordenone

FINTO PROFILO SU FACEBOOK CON LE FOTO HARD DELLA EX

Diffamata online e molestata una coetanea vittoriese



VITTORIO VENETO
– Viene lasciato dalla fidanzata e per vendicarsi, non accettando la rottura di quel rapporto, apre un profilo Facebook fasullo col nome e cognome della ex e posta le foto hard scattate nei momenti di intimità trascorsi con lei. Una condotta che è costata una condanna a sei mesi di reclusione, pena sospesa, a un 30enne di Pordenone. La vittima, che non si è costituita parte civile e che ha rifiutato una proposta di risarcimento danni avanzata dall'imputato, è una coetanea di Vittorio Veneto il cui unico scopo era quello di veder condannato l'ex fidanzato che aveva conosciuto all'università e con cui aveva avuto una storia di oltre due anni.