Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/152: IN SUDAFRICA, EDO MOLINARI TRA I PROTAGONISTI

Nella tappa "australe" dell'European Tour si impone l'inglese Storm


Edoardo Molinari, Nino Bertasio e il dilettante romano Philip Geerts, sono gli azzurri impegnati nel torneo BMW South African Open dell’European Tour, combinato con il Sunshine Tour, in atto dal 12 al 15 gennaio. Il Campo di gioco è il Glendower (par 72) di City of Ekurhuleni. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Luisa Rossetto vince la propria battaglia: 13 mila euro di danni

"TESTIMONE INSUFFLATO": CONDANNATO L'AVV. FORZA

Nel corso del processo Moreira, il legale diffamò la commerciante



ODERZO
– Tredicimila euro di risarcimento danni comprese le spese legali e invio degli atti al pm per perseguire per falsa testimonianza un testimone portato dalla difesa. E' la sentenza emessa nei confronti dell'avvocato Antonio Forza, trascinato in tribunale per diffamazione aggravata a mezzo stampa da Luisa Rossetto, una commerciante opitergina assistita dall'avvocato Piergiorgio Sovernigo. La vicenda è nata nel corso del processo a carico di Simone Moreira, la 24enne brasiliana condannata a 2 anni di reclusione per omicidio colposo per la morte della figlia Giuliana Favaro, la bambina di due anni annegata nelle acque del Monticano a Oderzo il 2 settembre 2009. L'avvocato Forza difendeva proprio la brasiliana, e Luisa Rossetto era una testimone. Dopo la sua deposizione in aula (era il 5 ottobre 2010), la donna si sentì diffamata da una frase pronunciata dall'avvocato Forza ai microfoni dei giornalisti: “Non fatemi dire quello che penso di qualcuno che va a insufflare i testimoni, di cui ho la prova peraltro”.