Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/147: NUOVE TECNOLOGIE, DIVERTIMENTO E SOLIDARIETÀ

Due gare speciali con Bags4dream, Fuorilimite e Par 108


MARTELLAGO - Di questi tempi, freddi e umidi, non si avverte un grosso stimolo a partecipare ad una gara di Golf, salvo che l’attrazione non sia generata dalla simpatia degli ospiti. Ecco, le persone e l’armonia tra quest’insieme di associazioni, dedite a far beneficenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Luisa Rossetto vince la propria battaglia: 13 mila euro di danni

"TESTIMONE INSUFFLATO": CONDANNATO L'AVV. FORZA

Nel corso del processo Moreira, il legale diffamò la commerciante



ODERZO
– Tredicimila euro di risarcimento danni comprese le spese legali e invio degli atti al pm per perseguire per falsa testimonianza un testimone portato dalla difesa. E' la sentenza emessa nei confronti dell'avvocato Antonio Forza, trascinato in tribunale per diffamazione aggravata a mezzo stampa da Luisa Rossetto, una commerciante opitergina assistita dall'avvocato Piergiorgio Sovernigo. La vicenda è nata nel corso del processo a carico di Simone Moreira, la 24enne brasiliana condannata a 2 anni di reclusione per omicidio colposo per la morte della figlia Giuliana Favaro, la bambina di due anni annegata nelle acque del Monticano a Oderzo il 2 settembre 2009. L'avvocato Forza difendeva proprio la brasiliana, e Luisa Rossetto era una testimone. Dopo la sua deposizione in aula (era il 5 ottobre 2010), la donna si sentì diffamata da una frase pronunciata dall'avvocato Forza ai microfoni dei giornalisti: “Non fatemi dire quello che penso di qualcuno che va a insufflare i testimoni, di cui ho la prova peraltro”.