Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/147: NUOVE TECNOLOGIE, DIVERTIMENTO E SOLIDARIETÀ

Due gare speciali con Bags4dream, Fuorilimite e Par 108


MARTELLAGO - Di questi tempi, freddi e umidi, non si avverte un grosso stimolo a partecipare ad una gara di Golf, salvo che l’attrazione non sia generata dalla simpatia degli ospiti. Ecco, le persone e l’armonia tra quest’insieme di associazioni, dedite a far beneficenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Gli addetti valutati su affidabilità, impegno, attenzione alla sicurezza

"VOTI" AGLI OPERAI, AI PROMOSSI IL PREMIO DI PRODUZIONE

Rinnovato l'accordo alla Genesio Setten costruzioni di Oderzo


ODERZO - Più di un milione e 70mila euro erogati in otto anni, un sistema di valutazione che prevede il coinvolgimento diretto dei lavoratori e un sistema partecipativo che nel premiare le risorse umane ha l'obiettivo di far aderire i dipendenti agli obiettivi aziendali. Per garantire agli operai il premio di produttività ed efficienza, è stato siglato poi per il quarto anno consecutivo un innovativo accordo fra rappresentanze sindacali e parti datoriali dell'impresa Setten Genesio di Oderzo, che conta oggi 108 dipendenti di cui 57 operai. Non un contributo legato al fatturato, ma un sistema premiale strutturato in indici e obiettivi e connesso all'efficienza e all'impegno dei dipendenti. In un settore che ha visto il baratro della crisi economica e occupazionale e ancora oggi soffre profondamente, questo rappresenta l’unico caso in tutta la provincia di Treviso.
Il sistema di erogazione è finalizzato a un maggior coinvolgimento dei dipendenti nella realizzazione degli obiettivi aziendali. Il premio viene riconosciuto in base alla presenza giornaliera e a schede di valutazione trimestrali che prendono in considerazione per il lavoro: affidabilità, responsabilità, impegno, capacità organizzativa, qualità lavorativa, problem solving. Ma anche rispetto delle normative di sicurezza, degli ordini impartiti, segnalazione dei problemi, gestione dell'attrezzatura e dei materiali da cantiere, ordine e pulizia dei cantieri, partecipazione alle diverse fasi del lavoro, rispetto delle procedure. Alla fine di ogni trimestre i responsabili di cantiere elaborano delle valutazioni su specifiche tematiche assegnando dei punteggi su una scala da 2 a 8. Le schede così prodotte vengono analizzate e approvate collegialmente dalla direzione aziendale che può revisionare il punteggio al fine di uniformare eventuali disparità di valutazione emerse. Infine, il legale rappresentante dell'azienda incontra una commissione composta dai rappresentanti dei lavoratori per un'ultima revisione delle schede. Un approccio di coinvolgimento diretto dei lavoratori anche nelle decisioni di conferimento dei premi che rappresenta un’innovazione nel quadro della contrattazione e dei rapporti interni.
Hanno diritto al premio i dipendenti assunti con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato e determinato con la qualifica di operai e apprendisti con anzianità minima ininterrotta di 9 mesi di servizio. I premi mensili medi sono di 200 euro con punte che arrivano ai 400 euro. Nel 2013 45 operai su una media di 52 hanno percepito il premio; nel 2014 53 su 58; nel 2015 57 su 57, segno della positività del metodo espressa dall’accordo rinnovato anche per il 2016.
“Con il periodo di crisi che c’è stato - spiegano Mauro Visentin della Fillea Cgil, Gheorghe Geani Rau della Filca Cisl e Gianluca Quatrale della Feneal Uili  - accordi come questo nel settore dell'edilizia e delle costruzioni sono merce rara. È importante questa spinta a un maggiore coinvolgimento e partecipazione dei dipendenti nella realizzazione degli obiettivi aziendali ed è innovativo il coinvolgimento diretto dei rappresentanti dei lavoratori nella valutazione delle schede compilate dai vari capocantiere".
La Genesio Setten opera nelle costruzioni da oltre 35 anni e chiude il 2015 con circa 50 milioni di euro di fatturato, in crescita del 20% sul 2014. Per l'anno in corso punta a superare i 60 milioni. "È in questo contesto - spiega il titolare Genesio Setten - che l’azienda ha maturato il senso di responsabilità sociale su cui poggiano le radici di una realtà economica che vuole sostenere il territorio, sentirsene parte e crescere con esso. E la responsabilità sociale – ha sottolineato Setten - implica il riconoscimento del ruolo e del fondamentale apporto di chi ne fa parte"