Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Obiettivo aiutare i giovani, ma anche chi vuole ricollocarsi

MONSILE E CGIA ALLEATE PER LE NUOVE IMPRESE

Finanziamenti per un milioni di euro con la garanzia del Confidi


MONASTIER - Un plafond di un milione di euro per finanziare imprese in fase di costituzione oppure imprese registrate presso la Camera di Commercio da non più di un anno. E' il contenuto dell'accordo siglato oggi tra Banca di Monastier e del Sile, Cgia e il Consorzio regionale di garanzia per l'artigianato. L'istituto di credito cooperativo metterà a disposizione le risorse finanziarie, l'associazione degli artigiani di Mestre creerà il contatto con le imprese del territorio, metre il confidi fungerà da garante. garante.
“La nostra è un'iniziativa che parte dal basso, direttamente dal territorio locale” – hanno spiegato Renzo Canal ed Arturo Miotto, presidente e direttore generale della Bcc Monsile, 25 filiali tra le provincie di Treviso e Venezia -. L'obiettivo è quello di aiutare non solo i giovani, ma anche quanti hanno necessità e volontà di ricollocarsi nel mondo del lavoro come libero professionisti o imprenditori. Vorremmo far crescere il territorio partendo dalle piccole e piccolissime imprese, che sono determinanti per il tessuto socio-economico locale".
I finanziamenti potranno essere al massimo di 50mila euro a progetto, con la cluasola, per l'imprenditore, di mantenere la contabilità per almeno tre anni alla Cgia. Monsile ha già avviato un'iniziativa analoga lo scorso settembre nella Marca: "I risultati sono andati oltre le nostre aspettative - sottolineano i vertici della banca -. In pochissimi mesi abbiamo infatti valutato oltre 40 progetti d'impresa e già erogato i primi 400mila euro". Le richieste sono giunte dai comparti più disparati: da negozi di parrucchiere, bar, fino ad attività manifatturiere oppure del settore agroalimentare ed agricolo”. Roberto Bottan e Renato Mason, presidente e segretario generale di Cgia Mestre, hanno ribadito l'importanza di un accordo come questo che va “ad accorciare le distanze fra il mondo dell'impresa ed il sistema bancario, facilitando l'accesso al credito per i neoimprenditori e le relative procedure burocratiche.