Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Pieve di Soligo, blitz alla "Siloma trade", indagano i carabinieri

LADRI DI RAME, AZIENDA FERMA PER UNA SETTIMANA

Trenta quintali di "oro rosso" sparito dalla centrale elettrica


PIEVE DI SOLIGO - Ladri di rame in azione all'interno dell'area del mobilificio "Siloma trade" a Barbisano di Pieve di Soligo, in via Toti del Monte. Ignoti hanno quasi completamente depredato il metallo presente nella cabina elettrica dell'azienda, mettendo ko l'intero impianto dello stabilimento trevigiano. Il furto sarebbe stato messo a segno nella notte tra martedì e mercoledì: a sparire oltre trenta quintali di "oro rosso", per un valore di diverse migliaia di euro. Sull'episodio indagano ora i carabinieri che hanno acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona. L'ex "Siloma" era stata dichiarata fallita nei primi giorni di questo 2016, ma l'attività era ripresa nel luglio dello scorso anno grazie al subentro di un'altra società, al "Siloma trade" che ne ha affittato il ramo d'azienda. Si tratta di una realtà che è ora molto attiva e conta, nel solo stabilimento di Barbisano, ben 35 lavoratori. L'attività, a causa del furto dei ladri di rame, resterà bloccata per almeno una settimana con danni ingentissimi per la produzione, oltre al ripristino della rete elettrica. Per evadere le molte commesse l'azienda ha rafforzato la propria sede di Vazzola.