Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
CAMPI DA GOLF/15: GOLF CLUB PUNTA ALA

Sulla costa della Maremma un percorso impegnativo e spettacolare


PUNTA ALA - Da sempre la Toscana è conosciuta per essere una splendida regione. Si arriva in Maremma, e la cosa ha, per certi aspetti, una connotazione ancora maggiore. A sud del golfo di Follonica troviamo Castiglione della Pescaia, e subito si arriva a Punta Ala, un tempo chiamata...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/169: SPETTACOLO E INNOVAZIONE: È GOLFSIXES

A Londra, l'European Tour sperimenta una nuova formula


LONDRA - Al Centurion Club di St. Albands, a Londra, l’evento inaugurale di questo rivoluzionario agone, il “GolfSixes”, che assegna un premio di un milione di euro. Con tale torneo Keith Pelley, il ceo del Tour Europeo, intende rinnovare un po’ gli schemi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/168: FESTA IN PIAZZA A MARTELLAGO CON IL GOLF

Anche lo sport protagonista nella tradizionale manifestazione nella cittadina veneziana


MARTELLAGO - Martellago è una cittadina dell’entroterra veneziano vocata e particolarmente attenta al settore primario, l’agricoltura. Gli abitanti sono laboriosi, e attaccati alle memorie del passato. Nel 1945, alla fine del disastroso conflitto mondiale, entrò in uso per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Pieve di Soligo, blitz alla "Siloma trade", indagano i carabinieri

LADRI DI RAME, AZIENDA FERMA PER UNA SETTIMANA

Trenta quintali di "oro rosso" sparito dalla centrale elettrica


PIEVE DI SOLIGO - Ladri di rame in azione all'interno dell'area del mobilificio "Siloma trade" a Barbisano di Pieve di Soligo, in via Toti del Monte. Ignoti hanno quasi completamente depredato il metallo presente nella cabina elettrica dell'azienda, mettendo ko l'intero impianto dello stabilimento trevigiano. Il furto sarebbe stato messo a segno nella notte tra martedì e mercoledì: a sparire oltre trenta quintali di "oro rosso", per un valore di diverse migliaia di euro. Sull'episodio indagano ora i carabinieri che hanno acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona. L'ex "Siloma" era stata dichiarata fallita nei primi giorni di questo 2016, ma l'attività era ripresa nel luglio dello scorso anno grazie al subentro di un'altra società, al "Siloma trade" che ne ha affittato il ramo d'azienda. Si tratta di una realtà che è ora molto attiva e conta, nel solo stabilimento di Barbisano, ben 35 lavoratori. L'attività, a causa del furto dei ladri di rame, resterà bloccata per almeno una settimana con danni ingentissimi per la produzione, oltre al ripristino della rete elettrica. Per evadere le molte commesse l'azienda ha rafforzato la propria sede di Vazzola.