Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitą coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, furti messi a segno nel Salento, incastrati dai tabulati

FINTI ADDETTI ALLE PULIZIE DERUBAVANO GLI ANZIANI

Arrestati Dido Georgevic e Laila Kostantinov, di 29 e 40 anni


TREVISO - Si fingevano addetti alle pulizie per introdursi nelle abitazioni degli anziani e derubarli di oro, gioielli e denaro. Questa la tecnica utilizzata da una banda di nomadi sgominata dai carabinieri di Maglie, in provincia di Lecce. Tra le cinque persone arrestate ci sono anche due trevigiani, Dido Georgevic, 29 anni, e Laila Kostantinov, 40 anni, residenti rispettivamente in via Bindoni e in Borgo Mestre. Entrambi sono stati catturati nella giornata di ieri dai carabinieri di Treviso e si trovano attualmente in carcere a Santa Bona.
I due trevigiani, secondo le indagini dei militari, avrebbero messo a segno un furto all'interno di un'abitazione di un'anziana, a Maglie: qui vennero trafugati monili in oro, denaro e carte di credito. Dido Georgevic si era reso inoltre responsabile di un altro furto, risalente al 16 ottobre: il bottino era stato in questo frangente di oltre 40mila euro. Ad incastrare i nomadi sono state le tracce del proprio telefono cellulare, localizzato dagli investigatori nelle zone in cui erano avvenuti i furti. Le altre persone arrestate nell'indagine sono: Elisabetta e Michela Nicolic, di 30 e 21 anni, e Ylenia Federici, 31 anni, tutte ufficialmente residenti in un campo nomadi di Frascati.