Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Droga proveniva direttamente dall'Olanda, 9 mesi di indagini

TRAFFICO DI HASHISH, NELLA RETE ANCHE LA MARCA

Operazione della squadra mobile di Udine, undici arresti


UDINE - Undici arresti, di cui due effettuati nelle ultime ore, e una trentina di perquisizioni in tutto il Nord Italia. E' in corso in queste ore una vasta operazione antidroga della Polizia di Udine che in dieci mesi di indagini ha portato al sequestro di oltre 8 chili di hashish, 60 grammi di marijuana e ingenti somme di denaro di presunta provenienza illecita. L’operazione «Hamster 2015» della squadra mobile di Udine era partita a maggio 2015 a seguito dell’arresto in flagranza di tre giovani magrebini che erano stati sorpresi a nascondere 5 chili di hashish in un parco cittadino. I successivi sviluppi d’indagine hanno permesso di individuare i canali di approvvigionamento e la rete di distribuzione dello stupefacente, che partiva dall’Olanda, arrivava a Milano e passava per la provincia di Treviso prima di finire sul mercato udinese per il piccolo spaccio. L’operazione ha portato a eseguire due ordinanze di misure cautelari ed è in corso con la collaborazione delle squadre mobili di La Spezia, Belluno, Como, Treviso, Venezia e Verona, del Commissariato di Cividale del Friuli e del reparto prevenzione crimine Veneto.