Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/329: BRILLA SEMPRE PIÙ LA GIOVANE STELLA DI RASMUS HOJGAARD

Il 19enne danese trionfa all'Isps Handa Uk Championship


SUTTON COLDFIELD (GBR) - Con l'Isps Handa Uk Championship, eccoci alla conclusione dell’”UK Swing”, con due azzurri in campo: Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, unici due italiani presenti al torneo che conclude il ciclo di sei gare denominate “UK Swing”, e che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sfuma di un soffio la terza vittoria consecutiva del Benetton

CHE PECCATO, IL MUNSTER PASSA A MONIGO PER 16-13

Sul risultato pesa una meta non convalidata a Hayward


TREVISO - Ci è andato davvero molto vicino alla terza vittoria consecutiva, il Benetton: il Munster poteva fare la fine di Cardiff e Newport invece è riuscito a vincere in extremis con due penalty di Ian Keatley. E deve soprattutto ringraziare l'arbitro gallese Davies che ha ritenuto di non convalidare un tocco di Hayward sulla palla in area di meta avversaria: l'estremo si era tuffato sulla bandierina assieme a Keatley e sembrava averlo bruciato, invece l'arbitro dopo varie consultazioni del filmato ha deciso che l'irlandese avesse preceduto il giocatore del Benetton. La partita nel complesso comunque è filata via sul piano dell'equilibrio: a passare in vantaggio erano stati gli ospiti con l'ala van der Heever ma Treviso aveva replicato con la meta di forza di Barbieri, ottenuta dopo lunga pressione e poi trasformata. E quindi primo tempo sul 7-5. Poi nella ripresa una punizione di Hayward per il 10-5, la meta fantasma dello stesso Hayward, quella valida di Saili a pareggiare sul 10-10, un'altra punizione di Hayward a dare l'ultimo vantaggio sul 13-10, quindi un paio di indecisioni difensive del Benetton hanno causato altrettante punizioni, la penultima almeno opinabile, consentendo a Keatley di sorpassare. E' finita con un punto di bonus guadagnato da Treviso, che però non premia a sufficienza tutto l'impegno profuso contro un avversario di rango su un terreno molto fangoso. Alla fine Benetton applaudito dal pubblico. Giustamente.

BENETTON-MUNSTER 13-16

BENETTON 15 Jayden Hayward, 14 Ludovico Nitoglia (76' Tommaso Iannone), 13 Luca Morisi, 12 Alberto Sgarbi ( C ), 11 Angelo Esposito, 10 Sam Christie, 9 Alberto Lucchese (69' Chris Smylie), 8 Robert Barbieri (69' Andrea De Marchi), 7 Marco Lazzaroni, 6 Marco Barbini (53' Dean Budd), 5 Tom Palmer (75' Jeff Montauriol), 4 Filo Paulo, 3 Simone Ferrari (53' Filippo Filippetto), 2 Luca Bigi (58' Federico Zani), 1 Alberto De Marchi (58' Cherif Traorè) Head Coach: Marius Goosen

MUNSTER 15 Andrew Conway, 14 Darren Sweetnam, 13 Francis Saili, 12 Rory Scannell, 11 Gerhard van den Heever, 10 Ian Keatley, 9 Duncan Williams, 8 Robin Copeland (54' Tommy O'Donnell), 7 Dave O'Callaghan (65' Robin Copeland), 6 Jack O'Donoghue (80' Mario Sagario), 5 Billy Holland - capt, 4 Mark Chisholm (55' Dave Foley), 3 John Ryan, 2 Mike Sherry (55' Niall Scannell), 1 Dave Kilcoyne.

Head Coach: Anthony Foley
MARCATORI: 11' meta Van den Heever, 25' meta Barbieri tr. Hayward, 52' p. Hayward, 57' meta Saili, 64' p. Hayward, 68' p. Keatley, 75' p. Keatley