Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Blitz a Bassano, spaccio tra Montebelluna e Caerano

NOVE KG DI HASHISH IN AUTO, ARRESTATI FRATELLI PUSHER

Droga ben occultata nell'intercapedine di una portiera


BASSANO DEL GRAPPA - Nove kg di hashish, suddivisi in panetti da un etto e del valore di almeno 35mila euro, nascosti nell'intercapedine di una Peugeot 206 nera: questo quanto hanno trovato i carabinieri di Montebelluna perquisendo la vettura di due fratelli marocchini, Mohamed e Said Riki, di 32 e 30 anni, entrambi arrestati per spaccio. Il blitz dei militari è avvenuto venerdì sera, verso le 19, a Bassano del Grappa, in via Da Vinci, a pochi passi dalla palazzina in cui gli stranieri vivevano. Gli uomini del nucleo investigativo dei carabinieri di Montebelluna erano da almeno una settimana sulle tracce dei due magrebini che smerciavano l'hashish tra Montebelluna e Caerano. Ad avviare l'indagine erano state appunto alcune segnalazioni che indicavano come il 32enne ed il 30enne incontrassero spesso alcuni noti assuntori di droga della zona. Entrambi risultano disoccupati ma regolari sul territorio: l'unica loro fonte di sostentamento era appunto lo smercio della droga.

Ai nostri microfoni il comandante dei carabinieri di Montebelluna, Sabatino Piscitello.