Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/175: PARLA INGLESE L'OPEN DE FRANCE

Tommy Fleetwood vince l'evento Rolex Series di Parigi


PARIGI - È partito il giorno 29 giugno a Guyancourt, al golf National nei pressi di Parigi, il maggior incontro della stagione golfistica 2017, l’evento Rolex Series del Tour europeo “Race to Dubai”, l’HNA Open de France. È una tappa importante del circuito...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Blitz a Bassano, spaccio tra Montebelluna e Caerano

NOVE KG DI HASHISH IN AUTO, ARRESTATI FRATELLI PUSHER

Droga ben occultata nell'intercapedine di una portiera


BASSANO DEL GRAPPA - Nove kg di hashish, suddivisi in panetti da un etto e del valore di almeno 35mila euro, nascosti nell'intercapedine di una Peugeot 206 nera: questo quanto hanno trovato i carabinieri di Montebelluna perquisendo la vettura di due fratelli marocchini, Mohamed e Said Riki, di 32 e 30 anni, entrambi arrestati per spaccio. Il blitz dei militari è avvenuto venerdì sera, verso le 19, a Bassano del Grappa, in via Da Vinci, a pochi passi dalla palazzina in cui gli stranieri vivevano. Gli uomini del nucleo investigativo dei carabinieri di Montebelluna erano da almeno una settimana sulle tracce dei due magrebini che smerciavano l'hashish tra Montebelluna e Caerano. Ad avviare l'indagine erano state appunto alcune segnalazioni che indicavano come il 32enne ed il 30enne incontrassero spesso alcuni noti assuntori di droga della zona. Entrambi risultano disoccupati ma regolari sul territorio: l'unica loro fonte di sostentamento era appunto lo smercio della droga.

Ai nostri microfoni il comandante dei carabinieri di Montebelluna, Sabatino Piscitello.